Passa al contenuto

Maria: Piccola ai propri occhi, ma vista da Dio

Lei era una comune giovane donna da Nazaret, ma è diventata la madre di Gesù! Perché proprio lei?

Maria deve essere stata una giovane donna molto speciale. È stata scelta per dare alla luce Gesù Cristo stesso, il Figlio di Dio. Non può essere stata una persona qualunque. Chi era la vergine Maria?

Maria non aveva una grande opinione di sé, ma credeva pienamente e fermamente nella guida di Dio nella sua vita, anche quando sembrava improbabile. Possiamo imparare veramente qualcosa dalla fede e l’umiltà di Maria.

Una comune donna da Nazaret

La giovane ragazza ebrea aveva vissuto una vita del tutto ordinaria a Nazaret, una piccola città della Galilea. Ma un giorno venne da lei un angelo e le disse: “Non temere, Maria! Perché hai trovato grazia presso Dio.” (Luca 1,30). Lei era stata scelta tra tutte le donne del mondo per dare alla luce il Figlio di Dio! Lei gli avrebbe dato il nome di Gesù. L’angelo spiegò che lo Spirito Santo sarebbe venuto su di lei, e che in questo modo lei sarebbe diventata la madre di Gesù Cristo, il Figlio di Dio.

Indipendentemente da quanto questo potesse suonare improbabile al pensiero umano, Maria rispose con coraggio: “Ecco, io sono la serva del Signore;. mi sia fatto secondo la tua parola!” (Luca 1,38) Lei era piena di fede e di fiducia in Dio!

“Mi sia fatto secondo la tua parola!”

Tutti ci veniamo a trovare in situazioni che ci chiedono della nostra fede. Forse ci troviamo in una situazione in cui è naturale preoccuparsi e turbarsi per qualcosa. La questione è se io credo veramente nella guida perfetta di Dio, se lascio andare completamente tutti i pensieri di preoccupazione e mi aggrappo alla parola che dice “ Non angustiatevi di nulla.” (Filippesi 4,6). Allora a modo nostro e a tempo nostro possiamo rispondere: “Io sono un servo del Signore. Mi sia fatto secondo la tua parola! Prenditi cura di me, come hai promesso. Ora rimetto tutta la mia preoccupazione su di te, e scelgo di credere.”

Ci sono molti altri modi in cui possiamo mostrare la nostra fede nella normale vita quotidiana. Quando ci viene ricordato di dare qualcosa, persino quando forse noi stessi non abbiamo tanto, possiamo scegliere subito di credere in Luca 6,38: “Date, e vi sarà dato!” Quando desideriamo rendere le cose confortevoli per noi stessi, ma Dio, invece, opera in silenzio nel nostro cuore riguardo a quella famiglia che ha in realtà bisogno di un po’ di aiuto, posso attenermi in fede a quello che sta scritto “Chi è benefico sarà nell’abbondanza.” (Proverbi 11,25)

Cosa succede allora, quando scegliamo di credere nella parola di Dio, e agiamo secondo quello che opera in noi? Allora sperimentiamo che Dio è vero! Lui sta saldo nella sua parola,  proprio come Maria rimase incinta esattamente come le aveva detto l’angelo.

Maria magnificò Dio, non se stessa

Maria aveva una disposizione molto nobile. Credeva fermamente in Dio, ma era piccola ai propri occhi. Dopo che l’angelo la lasciò, lodò Dio che aveva guardato alla sua bassezza e le aveva affidato questo grande compito. (Luca 1,46)

“L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio esulta in Dio, mio Salvatore, perché egli ha guardato alla bassezza della sua serva. Da ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata, perché grandi cose mi ha fatte il Potente. Santo è il suo nome.” (Luca 1,46-50)

Maria ci mostra che coloro che sono piccoli e poveri ai propri occhi, sono preziosi per Dio, ed egli si prende cura di loro. Egli cerca solo la fede! Maria non era una regina o di alto rango, eppure Dio la scelse. Nel corso della sua vita aveva dimostrato di aver considerato Dio al di sopra di tutto, e aver considerato nulla se stessa. Sono tali persone che Dio vuole usare volentieri! Lui vide l’umile disposizione di Maria, e lei divenne la madre di Gesù.  Lei aveva la giusta disposizione.

Una fede che può diventare nostra

È stato detto della vergine Maria:
“Beata è colei che ha creduto che quanto le è stato detto da parte del Signore avrà compimento.”
(Luca 1,45)

Questo versetto può valere anche per noi. Pensa di inserire il nostro nome lì. Può diventare vero! Ma allora dobbiamo essere provati e testati e rimanere fedeli alla voce di Dio nella nostra vita quotidiana. È li che si pone il fondamento della fede. Crediamo quindi in Dio, e solo a lui. Umiliamoci e mettiamo da parte la nostra forte volontà, le nostre opinioni e la nostra ragione. Allora Dio può servirsi di noi!

Insegnamenti chiave

Scopri come la Parola di Dio ci sfida e ci rende capaci di vivere una vita al 100% in accordo con la sua volontà, in modo che non dobbiamo più cadere nel peccato, ma possiamo giungere a una vita di vittoria.

Scarica ebook gratis

Sono stato crocifisso con Cristo

Questo opuscolo è basato sulle parole di Paolo in Galati 2:20: “Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me…” Qui Elias Aslaksen spiega cosa significa e come il lettore possa avere la stessa testimonianza di Paolo nella propria vita.

Seguici