Passa al contenuto

Può Dio perdonare veramente il mio passato?

La Bibbia ci dice che possiamo ricevere il perdono dei peccati. Ma è realmente possibile? Può Dio perdonare veramente il mio passato?

La Bibbia ci dice che possiamo ricevere il perdono dei peccati. Ma è realmente possibile? Può Dio perdonare veramente il mio passato?

Tutte le cose brutte che hai fatto ti tormentano? Tutto il male e il dolore che hai causato ad altri attraverso le tue parole sconsiderate e le azioni imprudenti. Per non parlare di tutti i peccati nascosti che solo tu conosci. È come se stessi portando tutto il mondo sulle tue spalle.

Ora chiudi gli occhi e immagina per un momento che Dio ti abbia perdonato, per ogni singola cosa che tu abbia mai fatto. Non ti libereresti da un peso enorme dalla tua mente? Un nuovo inizio! Questo non renderebbe improvvisamente la vita molto più attraente? Sembra troppo bello per essere vero, ma è davvero così? Forse sei seduto lì e pensi: Può Dio perdonare veramente il mio passato?

Dio non è umano

Come esseri umani non ci vuole molto per noi per essere amareggiati. Velocemente portiamo rancore, ci offendiamo facilmente e abbiamo una soddisfazione nel subconscio nell’aggrapparci a cose che alcune persone hanno detto o fatto contro di noi. Con questo tipo di dati non dovrebbe sorprendere che è quasi impossibile per noi comprendere la straordinaria capacità di perdonare di Dio. Perdonare gli altri sembra un mondo lontano, fuori discussione! Sarebbe come pretendere che le cose non siano mai accadute, lasciando la gente fuori dai guai, impunita!

“Ma loro non meritano…” Che cos’era? Fermati proprio lì per un minuto e rifletti di nuovo sul tuo passato. Sei veramente in una posizione tale da decidere che cosa si meritano gli altri? Lo è qualcuno di noi?

Sia il Vecchio che il Nuovo Testamento precisano in bianco e nero quello che ci meritiamo davvero, come peccatori. L’apostolo Paolo lo dice in questo modo: “Perché se vivete secondo la carne voi morrete.” Romani 8:13. Dio è giusto e la Sua Parola resta per sempre. Le cose non sembrano belle, tutti meritiamo chiaramente la pena di morte.

Gesù, prezzo di riscatto per gli uomini

Sì, questa è la fine che attenderebbe tutti noi; saremmo morti nei nostri peccati, se non fosse stato per un incredibile atto d’amore da parte di Dio stesso: “Infatti c’è solo un Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, che ha dato se stesso come prezzo di riscatto per tutti.” 1 Timoteo 2:5-6

Gesù Cristo ha dato se stesso come prezzo di riscatto per l’umanità! Lui è venuto volontariamente giù in terra e ha pagato in pieno quello che Dio gli ha chiesto. Gesù è morto come un uomo innocente, proprio per te! È morto per tutti noi, pagando per i nostri peccati con il suo sangue prezioso e aprendo una via di ritorno a Dio. Paolo descrive la grandezza di questo sacrificio in Romani 5:7-8. “Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi.”

Condizioni per il perdono

Ma dice pure in Matteo 6:14-15: “Perché se voi perdonate agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.” Questo chiarisce che perdonare gli altri non è semplicemente un favore o una richiesta che Dio ci fa in cambio. È una condizione e senza questa condizione non riceviamo il perdono.

La seconda condizione è scritta in Atti 3:19: “Ravvedetevi dunque e convertitevi, perché i vostri peccati siano cancellati,”  Questo pentimento è una conversione. Passare dai vecchi modi ai nuovi. Non è semplicemente un sentimento di vergogna per aver peccato, ma un desiderio di tutto cuore di non peccare più!

Questi sono punti vitali e due domande chiave da porti sono: Quanto velocemente perdono gli altri? E mi sono veramente pentito dei miei peccati?

Questo dovrebbe suscitare in ognuno di noi una profonda, duratura gratitudine e un amore ardente verso Gesù Cristo, che ha pagato questo sacrificio per noi. Lui ha preso su di sé carne e sangue, così ha potuto essere come coloro che è venuto a salvare, ed essere in grado di aiutarli. Lui vuole che le persone vivano come ha fatto lui; lui vuole che vincano il peccato e glorifichino Dio nei loro corpi, proprio come ha fatto lui. Questa è anche la ragione per cui vuole perdonare i nostri peccati: dopo che siamo stati perdonati, possiamo iniziare questa nuova vita e mostrare il nostro amore e la nostra gratitudine seguendo lui. Possiamo essere tra coloro di cui lui non si vergogna di chiamarli fratelli. Ebrei 2:9-18.

Quando consideri questo, ricorda l’amore che Gesù ha avuto quando è morto per te – il giusto per gli ingiusti – e non dimenticare mai che sei stato purificato dai tuoi vecchi peccati. Infatti dove sarebbe stato ognuno di noi se avessimo ricevuto quello che meritavamo veramente?

Egli non ci tratta secondo i nostri peccati, e non ci castiga in proporzione alle nostre colpeCome i cieli sono alti al di sopra della terracosì è grande la sua bontà verso quelli che lo temonoCome è lontano l’oriente dall’occidentecosì ha egli allontanato da noi le nostre colpe.

Salmi 103:10-12

Insegnamenti chiave

Scopri come la Parola di Dio ci sfida e ci rende capaci di vivere una vita al 100% in accordo con la sua volontà, in modo che non dobbiamo più cadere nel peccato, ma possiamo giungere a una vita di vittoria.

Scarica ebook gratis

Sono stato crocifisso con Cristo

Questo opuscolo è basato sulle parole di Paolo in Galati 2:20: “Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me…” Qui Elias Aslaksen spiega cosa significa e come il lettore possa avere la stessa testimonianza di Paolo nella propria vita.

Seguici