3 cose da smettere di fare quest’anno (e per sempre)

Questo migliorerà notevolmente la tua felicità!

3 cose da smettere di fare quest’anno (e per sempre)

Queste sono tre cose specifiche che la Bibbia dice chiaramente di non fare, e che la maggior parte di noi cristiani conosciamo bene. Eppure queste tendenze si trovano così profondamente nella nostra natura che non vediamo tutte le loro sottili sfumature in una sola volta. Qual è la motivazione alla base di quello che diciamo, o quello che facciamo, o quello che non diciamo o non facciamo? Su una scala da 1 a 10, quanto mi sento libero da queste cose?

1. Preoccupazione

“Perciò vi dico: non siate in ansia per la vostra vita, di che cosa mangerete o di che cosa berrete; né per il vostro corpo, di che vi vestirete… Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, non mietono, non raccolgono in granai, e il Padre vostro celeste li nutre.  Non valete voi molto più di loro?   E chi di voi può con la sua preoccupazione aggiungere un’ora sola alla durata della sua vita?” Matteo 6:26-27.

Alcuni di noi tendono a preoccuparsi molto. Alcuni di noi sono “spensierati”. Alcuni di noi sperimentano una reazione fisica derivante da pensieri inquietanti, e potrebbero dover combattere contro l’ansia, per i quali potremmo richiedere un aiuto professionale.

Ci sono molte cose al di fuori del nostro controllo. Ci sono molte cose che vogliamo controllare. Possiamo dedicare ore e ore a rimuginare su queste cose, immaginando i peggiori scenari possibili.

La prossima volta che sei tentato a preoccuparti, prova a rintracciare il pensiero fino alla sua fonte. Potrebbe essere che proviene da una mancanza di fede e di fiducia in Dio? Anche se le cose andassero nella “maniera peggiore possibile immaginabile”, crediamo in ciò che Dio ha promesso, che tutte le cose cooperano al bene di quelli che lo amano? (Romani 8:28)

Avere fede non significa che le cose andranno sempre come vogliamo che vadano. Ma avere fede significa che siamo in completa pace e riposo in ogni situazione perché confidiamo nella guida perfetta di Dio in tutto ciò che accade.

“Cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno date in più.” Non siate dunque in ansia per il domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso.  Basta a ciascun giorno il suo affanno.” Matteo 6:33-34.

Clicca qui per ricevere più aiuto su come sconfiggere la preoccupazione.

2. Giudicare gli altri

«Non giudicate, affinché non siate giudicati; Matteo 7:1.

Non si potrebbe dire più chiaramente di così. Ma è più facile dirlo che farlo? Se siamo onesti con noi stessi, sembrerebbe così.

Non possiamo evitare che il cervello medio elabora migliaia di pensieri ogni giorno. Elaboriamo costantemente ciò che vediamo, sentiamo e sperimentiamo; il nostro cervello forma impressioni, speculazioni, conclusioni. Quanti di questi pensieri sono al 100% veri, giusti, puri e buoni? (Filippesi 4:8) Quando si tratta delle nostre impressioni su altre persone, facciamo ipotesi basate su ciò che vediamo e sentiamo, o potrebbe essere che c’è di più di quanto non veda l’occhio? Preferiamo “darci a colui che giudica con giustizia?” (1 Pietro 2:23) Questo dà una dimensione completamente nuova a cosa significa catturare come prigionieri i nostri pensieri.

Ci offre questo un’intera gamma di nemici di cui occuparci? Sì. È impossibile? No.

Clicca qui per leggere di più su una della cose assolutamente più importanti da fare nella nostra vit: Giudicare noi stessi

3. Maldicenza

Giudicare è quasi una reazione impulsiva per noi come persone. Ma quando ci rendiamo conto di quanto spesso siamo effettivamente tentati da questi pensieri, e cominciamo a lavorarci per mantenere i nostri cuori puri, allora non c’è dubbio che la maldicenza finirà abbastanza rapidamente.

Perché dovremmo essere inclini a calunniare? Può essere che siamo in un modo o nell’altro invidiosi, insoddisfatti, spietati, ipocriti, amanti dei pettegolezzi; ma con la convinzione di fondo che siamo migliori di qualcun altro (cioé vanagloriosi)? (Filippesi 2:3)

“… calunniatori, maldicenti… Essi, pur conoscendo che secondo i decreti di Dio quelli che fanno tali cose sono degni di morte, non soltanto le fanno, ma anche approvano chi le commette.” Romani 1:29-32.

Indipendentemente da quanto di noi stessi vediamo in queste cose, siamo ancora vivi, e nel tempo di grazia per poter riparare il danno. Perché non fare in modo che quest’anno sia libero da preoccupazioni, giudizi e maldicenze? Essi si trovano nel profondo della nostra carne, ma fino a che la luce di Dio risplende possiamo diventare perfetti. Questo non solo comporterà un notevole miglioramento della nostra felicità, ma anche dei nostri rapporti con gli altri. Pensa di poter avere un cuore puro, così puro che brilla come uno specchio! Non siamo ancora perfetti, ma puntiamo alla perfezione!

Potresti essere interessato a leggere di più nella nostra pagina a tema sulla vittoria sul peccato, o negli articoli di seguito.

3 aree sulle quali ogni guerriero cristiano dovrebbe concentrarsi al massimo

 

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Una tale grande salvezza

L’apostolo che scrisse il libro di Ebrei la chiamò “una parola d’esortazione” Lo scopo di questo opuscolo è di ampliare ed estendere quella esortazione, portando fede e salvezza a tutti coloro che hanno una vocazione celeste. Tutti coloro che seguono l’esortazione della lettera agli Ebrei possono raggiungere questa grande salvezza.