Che cosa significa essere partecipi della natura divina?

Diventare partecipe della natura divina significa che le caratteristiche della natura di Dio diventano mie – attraverso il suo lavoro creativo in me!

Che cosa significa essere partecipi della natura divina?

In 2 Pietro 1:4 sta scritto:  “… Attraverso queste ci sono state elargite le sue preziose e grandissime promesse perché per mezzo di esse voi diventaste partecipi della natura divina dopo essere sfuggiti alla corruzione che è nel mondo a causa della concupiscenza.”

Questo suona incredibile. Possiamo diventare partecipi della natura divina? Che cosa significa in realtà? Non è blasfemo dire che potremmo essere divini, come Dio?

Che cos’è la natura divina?

Credere che io personalmente possa diventare partecipe della natura divina non significa che sto cercando di diventare più grande di Dio. Non sto nemmeno cercando di mettermi al suo livello. Tra le altre cose quello che Dio è e che io non diventerò mai è: Onnipotente, il Creatore, onnisciente, ecc.

Diventare partecipe della natura divina significa che le caratteristiche della natura di Dio diventano mie. Per esempio, tra le altre cose, la natura divina è:

  • Buona
  • Gentile
  • Giusta
  • Misericordiosa
  • Indulgente
  • Longanime
  • Paziente
  • Gioiosa
  • Pacifica
  • Dotata di autocontrollo
  • Fedele
  • Gentile
  • Onesta
  • E soprattutto, ama

Nessuno di noi ha queste caratteristiche come parte della nostra natura, senza che esse siano, fino ad un certo livello, state contaminate dal peccato. Le caratteristiche umane “buone” sono sempre limitate, imperfette e spesso in cerca del proprio interesse. C’è un’enorme differenza tra la giustizia umana, o l’amore umano, e la giustizia e l’amore di Dio, per esempio.

La natura umana

In Giacomo 1:13 sta scritto di Dio che non può essere tentato dal male. Ogni essere umano, d’altra parte, ha una carne contenente desideri e concupiscenze, o l’inclinazione al peccato, che fa sì che siamo tentati. Questa è la natura umana. Tuttavia, se sono fedele nel vincere quando sono tentato dal peccato, passo dopo passo posso svilupparmi in modo che il peccato nella mia carne viene portato nella morte. Allora il creatore può creare nella mia vita queste caratteristiche divine, che sono pure e perfette. È un processo di trasformazione.
Lentamente ma sicuramente i frutti dello Spirito, che è un altro modo di dire per la natura divina, inizia a sostituire il peccato nella mia carne. Questo è scritto chiaramente in Galati 5:16-26. Mentre continuo a seguire fedelmente Gesù sulla via della vittoria sul peccato, la mia natura diventa divina invece che umana. Posso seguire l’esempio di Gesù grazie allo Spirito Santo che mi mostra la verità e mi permette di vincere!
È una cosa di cui devo essere cosciente. Non accade automaticamente. Avviene solo se sfrutto consapevolmente le opportunità che ricevo ogni giorno per vincere cose come l’orgoglio, l’irritazione, i pensieri impuri, la malizia, l’invidia, i pettegolezzi, la pigrizia, l’egoismo, ecc.

Gesù – da divino a umano e di nuovo divino

Sta scritto che Gesù non considerò l’essere uguale a Dio qualcosa a cui aggrapparsi gelosamente (ne aveva tutti i diritti), ma umiliò se stesso, divenendo simile agli uomini e fu ubbidiente fino alla morte, motivo per cui Dio lo ha esaltato altamente. (Filippesi 2:5-11) Sta anche scritto che la pienezza della Deità abita corporalmente in Cristo. (Colossesi 2:9) Ciò significa che mentre era in forma umana, Gesù ha compiuto pienamente questa trasformazione dalla natura umana alla natura divina. E ora devo seguire questa via che lui ha tracciato per me – la via dell’umiltà e dell’obbedienza. Attraverso la fede e la pazienza questo è possibile. “Voi, per questa stessa ragione, mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede la virtù; alla virtù la conoscenza; alla conoscenza l’autocontrollo; all’autocontrollo la pazienza; alla pazienza la pietà; alla pietà l’affetto fraterno; e all’affetto fraterno l’amore.” 2 Pietro 1:5-7.

Leggi di più qui: Cosa significa che Gesù sia venuto in carne simile a carne di peccato?

Non è una cosa che faccio con le mie forze. È un’opera creatrice che Dio fa in me; un miracolo! Poi diventa davvero evidente che le mie azioni, motivazioni e scopi nella vita diventano divini – sono molto al di sopra di ciò che è “normale” per le persone. Il risultato di questo miracolo che Dio fa in me – attraverso la mia obbedienza della fede e la forza dello Spirito Santo – è che i pensieri di Dio, che sono molto più alti dei miei pensieri, come i cieli sono in alto sopra la terra, diventano i miei pensieri!

Il fatto che Dio possa compiere in me, un normale essere umano naturale, profondamente radicato nella tendenza a peccare, un’impresa così sorprendente, è così meraviglioso che lo loderò, lo onorerò e lo glorificherò per tutta l’eternità per ciò da cui mi ha salvato. Allora la mia vita, la nuova creazione, porterà veramente onore e gloria a Dio. Questa è la speranza viva che ho, ciò per cui combatto, ciò per cui vivo e su cui i miei occhi sono saldamente fissati.

“Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che nella sua grande misericordia ci ha fatti rinascere a una speranza viva mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti, per una eredità incorruttibile, senza macchia e inalterabile. Essa è conservata in cielo per voi, che dalla potenza di Dio siete custoditi mediante la fede, per la salvezza che sta per essere rivelata negli ultimi tempi. 1 Pietro 1:3-5.


Potresti essere interessato a leggere di più sulla nostra pagina tematica sulla salvezza e la santificazione
, o nei seguenti articoli:

16 versetti gloriosi della Bibbia che dimostrano che si può essere trasformati!

Adori il Creatore o solo la creazione?

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

La grazia in Gesù Cristo

“Quando si pensa alla grazia si pensa perlopiù al perdono. E poiché tutti abbiamo peccato, tutti abbiamo bisogno della grazia.” Sigurd Bratlie apre con queste parole questo opuscolo. Tuttavia, continua col descrivere a fondo che la grazia che è in Cristo Gesù significa molto di più del perdono. Significa anche verità e aiuto. Ci insegna a non peccare, in modo che possiamo essere completamente liberi per vivere una vita di vittoria che conduce a perfezione.