Come l’amore di Dio è reso perfetto in noi?

Com’è evidente l’amore di Dio per noi? E ancora più importante: Come si evidenzia il nostro amore per Dio?

Come l’amore di Dio è reso perfetto in noi?

L’amore di Dio reso perfetto: amore reciproco

Comunemente le persone assumono che se una persona è ricoperta da doni spirituali, allora Dio lo deve veramente amare. Tuttavia, questa è solo un’espressione dell’amore di Dio verso di noi, non del nostro amore per lui. La sola evidenza che Dio ha del fatto che noi lo amiamo è quando osserviamo i suoi comandamenti.

Durante i risvegli, vediamo spesso persone ricoperte di doni spirituali. Penseresti che persone che essendo state così riccamente benedette da Dio, in cambio amino moltissimo Dio. Ma col passare degli anni, diventa spesso evidente che queste persone inciampano nel momento in cui è richiesto il più piccolo atto di obbedienza. Sono entusiasti fintantoché sono ricoperti di doni, fintantoché non è loro richiesto nulla. Ma non appena Dio richiede un piccolo atto di obbedienza, cadono in profondo scoraggiamento e disperazione. Questa è la fede provata che è più preziosa dell’oro? No! Questo è il motivo per cui l’apostolo dice, “Ma chi osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente completo. Da questo conosciamo che siamo in lui.” 1 Giovanni 2:5.

Un amore non corrisposto non è un amore perfetto. Per essere perfetto, deve essere reciproco. Solo allora può dirsi che noi siamo in lui e lui è in noi. (1 Giovanni 3:24)

L’amore di Dio è reso perfetto in comunione col Padre e il Figlio

Il comandamento di amare resta un vecchio comandamento fintantoché è vero solo in lui; tuttavia, se osserviamo i suoi comandamenti, il vecchio comandamento diventerà un nuovo comandamento che è vero in noi, così come è vero in lui. Questo amore reciproco scaccerà le tenebre e la vera luce risplenderà in tutta la sua forza. La parola profetica è come una luce che brilla in un posto oscuro. Questo è il sacro comandamento. Osservando i suoi comandamenti, questo posto buio nel cuore sarà illuminato. Tutto ciò che era luce e verità in lui diventerà luce e verità in noi. Continuando a badare al sacro comandamento, spunterà il giorno e la stella mattutina sorgerà nei nostri cuori. (2 Pietro 1:19)

“Quel che abbiamo visto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché voi pure siate in comunione con noi; e la nostra comunione è con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo. Queste cose vi scriviamo perché la nostra gioia sia completa.” 1 Giovanni 1:3-4.

È impossibile avere comunione col Padre e il Figlio senza osservare i comandamenti di Dio. Se non osserviamo i suoi comandamenti, la nostra gioia non sarà perfetta.

Osservare i comandamenti di Dio: l’amore di Dio reso perfetto

Come ingannano sé stesse le persone quando vivono una vita felice e spensierata, senza mai pensare a quale sia la volontà di Dio per loro! Loro rimangono nel passato, ricordando continuamente il giorno in cui sono stati salvati, o il giorno dove sono stati battezzati con lo Spirito e hanno ricevuto il dono del parlare in lingue. L’apostolo Paolo dimenticò ciò che era dietro di sé e ricercava le cose che erano davanti.

Se vogliamo fare progresso nel regno di Dio nei giorni a venire, dobbiamo ricercare i comandamenti di Dio, conoscere la sua volontà e sacrificare noi stessi nella forza di uno Spirito eterno. In questo modo fioriremo come un giardino del Signore. Coloro che pensavano che vivevi in schiavitù resteranno a bocca aperta quando realizzeranno, al contrario di come pensavano, che questa era veramente la via di Dio, la via che loro avevano disprezzato.

Questo articolo è stato tradotto dal norvegese ed è stato pubblicato la prima volta col titolo “Comandamenti vecchi e nuovi” nel periodico della BCC Skjulte Skatter (Tesori Nascosti) nell’ottobre 1922.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

Potresti essere interessato nella lettura di o negli articoli selezionati:

“Se voi mi amate osserverete i miei comandamenti”

Come possiamo servire Dio in verità?

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Il nuovo patto e il mistero dell’iniquità

Il nuovo patto è un patto personale che facciamo con Dio, nel quale ci impegniamo a ubbidire a tutta la sua volontà e in cambio lui si impegna a darci tutto ciò di cui abbiamo bisogno per questo fine. Il mistero dell’iniquità è che la maggior parte delle persone elimina con spiegazioni questa parte della grazia che Gesù ci ha consegnato e invece cambiano la grazia di Dio in una licenza a peccare.