Dio dà grazia agli umili

L’umiltà deve essere davvero importante se Dio dà grazia a queste persone! Allora quant’è importante realmente?

Dio dà grazia agli umili

L’umiltà è la legge fondamentale per tutta la salvezza e adesso mi è diventato chiaro che, nel senso più profondo, non c’è nient’altro oltre a questo. Dio dà grazia all’umile e quello che pensano gli altri di te non ha importanza. Gli orgogliosi, i superbi, gli arroganti e coloro che sono saggi ai propri occhi hanno Dio come loro avversario.

Salvezza e umiltà vanno di pari passo

Il concetto più semplice di quello che sia l’umiltà, lo si ottiene avendo piccoli pensieri di se stessi. Se ciò ha avuto un grande impatto su di te, si manifesterà dal fatto che ricevi grazia. L’umile riceve grazia (Giacomo 4:6; 1 Pietro 5:5), e ricevere grazia significa che ricevi tutto l’aiuto di cui hai bisogno. Puoi anche trascorrere l’intera notte pregando per ricevere amore, ma non ti aiuterà minimamente, se non sei umile in modo da ricevere la grazia.

Ricevi solo tanta grazia quanto l’umiltà che possiedi. Quando non si può notare che c’è stato qualche progresso nella tua vita, è perché non stai ricevendo grazia. Puoi fare molto con la tua forza umana. Puoi tentare di compensare la mancanza di grazia essendo zelante in svariate cose. Puoi essere capace e puoi essere buono come essere umano, ma tutta quella bontà e abilità umana non aiuta minimamente se Dio si oppone a te. Tu non riconosci nulla; non ti giudichi, piuttosto difendi te stesso.

È chiaro quando le cose sono riuscite e c’è progresso nella vita di una persona. La maggior parte delle persone non è affatto umile. Trasgrediscono in quello che dicono e non chiedono neanche perdono. Quello che Dio vuole tanto fare è trasformarci interiormente. Puoi pensare di essere stato trattato ingiustamente, di non essere stato trattato correttamente; sei occupato con quello che gli altri pensano di te. Non sei occupato con Dio, ma con il modo in cui sei trattato dagli altri. È per questo che sei infelice e non puoi diventare felice, perché Dio è il tuo avversario.

Molte persone non hanno molta luce. Non accade nulla nella vita di una persona se non attraverso queste due leggi [le leggi riguardanti la superbia e l’umiltà]. Colui che si umilia – si abbassa volontariamente – sarà innalzato. (Matteo 23:12; Luca 14:11) Se sei un poco umile, riuscirai un poco, e se sei particolarmente umile, riuscirai particolarmente bene. Solo quel poco di comprensione che hai, come essere umano, dovrebbe essere sufficiente per dirti che deve essere detestabile agli occhi di Dio quando un essere umano ha grandi pensieri di se stesso. Come può Dio benedire una persona arrogante che non ha riconoscenza di sé? È una legge della vita che Lui non può benedire una persona simile.

Tutto il problema!

Tutto ruota intorno a questo problema. Se non ci riesci, sei e rimarrai umano e sentimentale. Non è solo che è giusto essere umili; non c’è nient’altro che abbia importanza. Le cose non si apriranno per te se non sei umile. È per questo che non hai un vivo interesse nella Bibbia. È terribilmente fatale pensare di fare bene le cose e di non dover riconoscere nulla. Se giudichi gli altri, sei empio, ma se giudichi te stesso, non sarai giudicato.

In Giacomo 4:6, sta scritto: “Dio resiste ai superbi.” Allora pensi: “Io non sono superbo.” Ma questo è esattamente quello che sei quando non ricevi grazia. Lui dà grazia agli umili, sempre. Quando sei umile riconosci la verità su te stesso invece di giudicare e criticare gli altri. “Umiliatevi dunque sotto la potente mano di Dio!” 1 Pietro 5:6.

Dio è interessato nel salvarci completamente. Tutto dipende da come prendiamo le cose. Ognuno deve comprenderlo quanto meglio può. Che una persona si umili è qualcosa che non succede quasi mai. Al contrario, le persone si difendono.

L’umiltà non è solo il problema principale, ma tutto il problema – c’è solo un problema. Noi determiniamo per nostra scelta personale il tipo di vita che avremo. Non è mai colpa di qualcun altro se va male con te!


Adattato dal messaggio di Elias Aslaksen a Hønefoss, in Norvegia, il 14 gennaio 1976. Pubblicato per la prima volta nell’opuscolo norvegese, “
Gli ultimi discorsi di Elias Aslaksen” nel gennaio 1979.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Cosa significa essere un cristiano

Essere un cristiano è una vita molto più profonda del semplice chiedere a Gesù di entrare nel tuo cuore e credere nel perdono dei peccati. È una vita di sviluppo e crescita nelle cose di Cristo. Questo opuscolo presenta in modo molto chiaro e semplice le basi di una vita cristiana.