È uno standard impossibile avere uno spirito dolce e pacifico?

Come si concilia una personalità estroversa con l’avere uno spirito dolce e pacifico?

È uno standard impossibile avere uno spirito dolce e pacifico?

“…la purezza incorruttibile di uno spirito dolce e pacifico, che agli occhi di Dio è di gran valore”. 1 Pietro 3:4.

Guardo queste parole essendo tentata ad essere scoraggiata. So per certo di non essere una persona dolce e pacifica. Ho una voce alta, una risata irritante e una tendenza a cantare a squarciagola. Qualsiasi cosa faccia, la faccio vistosamente. Non sono una persona discreta che passa inosservata.

Non è una cosa intenzionale. Questa è la personalità con cui sono nata. Non dico di sentirmi orgogliosa di essere in questo modo; infatti molte volte sono alquanto imbarazzata quando mi rendo conto che ancora una volta rido più forte di tutti gli altri nella stanza. Infatti, spesso sarei voluta essere meno sfrontata.

Quindi cosa faccio riguardo a quanto scritto che devo avere uno spirito dolce e pacifico? Non sono preziosa a Dio perché sono una persona chiassosa e impetuosa? Dovrei provare a cambiare la mia personalità? E le altre persone sperano pure che io sia meno…me stessa?

Dio non mi ha creata “male”

Io non credo che Dio mi abbia creata male. Mi creò la persona che sono e mi diede la mia personalità per un motivo. Quindi, dov’è il vero problema?

Ma ora noto che non dice “una personalità dolce e pacifica”. Dice, “uno spirito dolce e pacifico”. Lo spirito dolce e pacifico deve essere nel mio interiore, la mia connessione con Dio. Se nel mio spirito sono pacifica e ascolto sempre a quello che Dio mi vuole dire nel mio cuore, allora sentirò che lui dice che il modo in cui agisco in questo momento non è corretto – che c’è del peccato che sta contaminando quello che faccio.

Il peccato è quello che rende qualcosa sbagliato. Quando c’è peccato nel modo in cui faccio le cose allora sono sgradevole a Dio. Se sono chiassosa e vivace e se questo rende la vita difficile per le persone che mi stanno attorno, allora sono egoista e irriguardosa, invece di benedire e rendere la vita piacevole per le persone. Dio mi mostra quando cerco attenzione, quando provo sempre di dire l’ultima, quando sono rude, irrispettosa, orgogliosa, priva di tatto, saccente o egocentrica, ecc.

Devo sempre giudicare le mie azioni, pensare a come e perché faccio le cose. Non devo agire sconsideratamente pensando solamente ai miei propri interessi senza alcuna considerazione per come le mie azioni possano toccare le persone intorno a me. Le mie azioni devono essere dettate dall’amore. Allora creo vita e pace intorno a me ovunque vado, sia che sono rumorosa o timida di natura.

“…ciò che brama lo Spirito è vita e pace”. Romani 8:6.

Dio può usare la mia personalità per benedire!

Essere egocentrici e irriguardosi non è una condizione permanente! Queste cose possono essere sradicate quando uso la forza disponibile da Dio per vincere. Posso diventare amorevole, premurosa e pensare agli interessi degli altri, e le mie azioni rifletteranno questo. Allora la mia personalità verrà purificata senza cambiare come Dio mi ha creata. Quando ascolto la parola di Dio, imparo quello che è giusto e quello che è sbagliato, e sono sensibile a quando è il momento giusto e il luogo giusto per essere audace e assertiva e quando la cosa giusta è di stare zitta.

Quello che è prezioso per Dio è il mio desiderio di ascoltare la sua voce e cercarlo nel mio spirito, mantenendo sempre il mio orecchio aperto per sentire quello che Lui ha da dirmi in ogni situazione, così che posso fare la sua volontà e non la mia. Questa è l’essere dolce e pacifico che Lui cerca. Si, a volte un turbinio di attività esterne mi impediscono di sentirlo, ma in quelle situazioni devo assicurarmi di non soffocare la sua voce. (1 Tessalonicesi 5:19)

Non c’è tuttavia nulla di sbagliato con l’essere decisi. Purché sia sempre vigile contro il peccato in tutto quello che faccio. Quando ascolto la parola che Dio mi parla, allora Lui riesce sempre a guidare tutti i miei passi, e può usarmi per qualsiasi lavoro che ha predisposto per me. Lui può usarmi, così come mi ha creata, per compiere la sua volontà in terra. (Efesini 2:10)

Quello spirito dolce e pacifico non è impossibile. Piuttosto è estremamente incoraggiante sapere che posso averlo a prescindere dalla mia personalità, e che tramite esso Dio può guidare perfettamente la mia vita. Lui mi può mostrare il modo per diventare completamente libera dal peccato e dall’egoismo. Posso ancora essere me stessa, ma purificata, nel modo in cui Dio ha inteso per me.

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Sono stato crocifisso con Cristo

Questo opuscolo è basato sulle parole di Paolo in Galati 2:20: “Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me…” Qui Elias Aslaksen spiega cosa significa e come il lettore possa avere la stessa testimonianza di Paolo nella propria vita.