Qual è la differenza tra tentazione e peccato?

Nella mia vita cristiana, mi può sembrare che essere tentato mi rende impuro e che ho commesso peccato nella mia vita dei pensieri. Ma questo non è vero. La tentazione non è peccato, ma una prova della mia fede e attraverso il vangelo, posso resistere nelle tentazioni senza commettere peccato!

La mia tendenza al peccato – il peccato nella carne

Il peccato è entrato nel mondo a causa di un atto di disobbedienza delle prime persone, Adamo ed Eva. Tutti i discendenti di Adamo ed Eva hanno ereditato il peccato nella carne – non la colpa, ma la tendenza o l’inclinazione a seguire la propria volontà piuttosto che la volontà di Dio. La Bibbia usa molte parole per descrivere questa inclinazione: peccato nella carne, il corpo del peccato, la legge del peccato, le passioni e i desideri ecc. In Romani 7:18 Paolo scrive, “Difatti, io so che in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene.” Qui lui descrive questa tendenza al peccato che abbiamo ereditato tutti.

Tentazione vs. Peccato

Giacomo scrive molto chiaramente sull’argomento della tentazione e del peccato: “Nessuno, quand’è tentato, dica: «Sono tentato da Dio»; perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno; Invece ognuno è tentato dalla propria concupiscenza che lo attrae e lo seduce. Poi la concupiscenza, quando ha concepito, partorisce il peccato; e il peccato, quando è compiuto, produce la morte.” Giacomo 1:13-15.

Da questo possiamo vedere che la tentazione da sola non è la stessa cosa che commettere peccato; il peccato è il risultato di un concepimento – quando la mia mente è d’accordo con il desiderio (o la passione) che abita nella mia carne, o la natura umana. Ciò vuol dire che commettere peccato è qualcosa che io scelgo di fare e il peccato non può essere commesso se non sono d’accordo.

Nessuno deve peccare!

Giacomo ci insegna che le tentazioni sono una prova della nostra fede e coloro che resistono senza commettere peccato riceveranno la corona della vita. (Giacomo 1:12) Allo stesso modo, Pietro scrive che le nostre prove (tentazioni) sono motivo di gioia, perché viene testata la nostra fede, col risultato della salvezza delle nostre anime. Il vangelo è che nonostante io sono tentato, io non devo peccare – infatti, posso seguire nelle orme di Gesù e vincere nella tentazione. Il salario del peccato è la morte, ma coloro che vincono riceveranno vita eterna!

1

Che cos’è il peccato?

Sappiamo che siamo tutti peccatori e abbiamo bisogno di essere salvati dal nostro peccato. Ma qual è la definizione di peccato?

Continua
2

Perdono dei peccati

Il perdono dei peccati è uno dei regali più grandi possibili. È l’inizio della vita cristiana, uno dei risultati dell’opera di Gesù. Cosa include il perdono dei peccati, come lo riceviamo e cosa succede dopo?

Continua
3

Che cos’è la coscienza? Come affronto i sensi di colpa?

Come faccio a sapere per certo cos’è giusto e cos’è sbagliato? Cosa faccio con quei sensi di colpa?

Continua
4

Qual è la differenza tra avere peccato e commettere peccato?

Giovanni scrive che tutti abbiamo peccato, ma che coloro che commettono peccato non hanno visto Dio e non lo conoscono. (1 Giovanni 1:8; 1 Giovanni 3:6). Qual è la differenza?

Continua
5

Qual è la differenza tra tentazione e peccato?

C’è effettivamente qualche differenza tra tentazione e peccato?

Continua
6

Come vinco il peccato?

La Parola di Dio parla di essere “più che vincitori” sul peccato. Ma come?

Continua