Insegnare ai miei figli ad avere un rapporto con Dio

Era importante per me crescere i miei figli così che avessero il loro proprio rapporto con Dio, così come il mio rapporto personale con Dio mi aveva resa incredibilmente felice.

Insegnare ai miei figli ad avere un rapporto con Dio

Non sono cresciuta in una casa religiosa. C’era un po’ di esposizione, perché sia i miei nonni paterni che quelli materni erano religiosi, ma nella nostra casa non pregavamo ogni sera, né andavamo a messa la domenica. Credevo in Dio, ma non vivevo consapevolmente per lui, fino a quando mi prese il cuore e gli diedi la mia vita. Questo avvenne quando adolescente, i miei genitori, i miei fratelli, le mie sorelle ed io ci trasferimmo in America. Una chiesa locale russa ci sponsorizzò in modo da poterci trasferire negli USA, così iniziammo a frequentare le riunioni lì. Sin da allora ho saputo che se avessi mai avuto dei figli li volevo crescere così che avevano il loro rapporto con Dio. Era molto importante per me, perché conoscere e vivere per Dio mi aveva resa incredibilmente felice.

Pregare assieme

Così anni dopo, quando divenni madre, mio marito ed io pregammo non solamente per i nostri figli, ma con loro, iniziando da quando erano appena nati. Con tutto il mio cuore volevo condividere la mia esperienza con Dio e quanto lui fosse reale nelle mie situazioni personali. In famiglia abbiamo parlato numerose volte delle guarigioni che Dio ha fatto miracolosamente. Abbiamo pregato e continuiamo a pregare, per la guarigione di altri che sono attualmente malati. Il vedere come Dio abbia esaudito tali preghiere ha grandemente rafforzato la nostra fede! Sappiamo che lui anche risponde quando gli chiediamo aiuto per essere puri e gentili l’un con l’altro e per essere preservati per lui in questo mondo. Nel pregare assieme, ogni sera li abbiamo sempre incoraggiati ad avere la libertà di aggiungere le i propri bisogni. Li abbiamo incoraggiati anche a pregare nel segreto, per le proprie necessità e le difficoltà private. L’intenzione è che devono sempre sapere che Dio ascolta.

I miei figli sono cresciuti sapendo che Dio esiste e che lui è sempre vicino. Abbiamo insegnato loro che Dio è sempre lì per loro, a prescindere da quanto sia difficile la situazione nella quale si trovano. Sia quando si trovano a scuola e hanno bisogno di un po’ di incoraggiamento o persino quando hanno bisogno d’aiuto con i compiti! Lui è vicino e reale quando hanno le loro difficoltà con i loro fratelli e le loro sorelle, forse in accese discussioni su a chi appartenga il giocattolo o più in là sul vestiario. Lui ci aiuta a non essere egoisti, invidiosi, timorosi e molto di più. Abbiamo insegnato loro che nulla è troppo insignificante per essere portato davanti al suo trono di grazia. In questo modo loro imparano a parlare con Dio delle loro difficoltà.

Devo essere un esempio

La mia più grande necessità è sempre stata di essere un buon esempio per i miei bambini. Non basta per me come genitore, poter leggere le scritture ai bambini la sera dopo cena o pregare con loro a notte, ma è di fondamentale importanza vivere la mia vita per Dio, così che loro vedono che quello di cui leggiamo e preghiamo è vero nella mia vita. Per esempio, se mi vedono reagire con pace a quella che potrebbe essere una situazione stressante. O pazienza, invece di impazienza, contentezza invece di invidia, ecc. La vita che vedono in me è la mia testimonianza per loro della mia connessione con Dio, poiché senza di lui, nulla di questo sarebbe possibile. Le mie reazioni alle situazioni della vita dovrebbero parlare della mia propria ricca vita di preghiera.

Ci sono molte situazioni e molti bisogni che vengono su in vita e i miei figli possono imparare da me che Dio ci dà tutto quello di cui abbiamo bisogno e che lui tiene a noi. Sono un’ambasciatrice di Cristo per i miei figli e sono una rappresentante per lui, i miei figli imparano di lui tramite il modo in cui vivo la mia vita.

L’insegnare ai nostri figli ad avere la loro connessione con Dio è stata un’opera consapevole per mio marito e me.  Ogni giorno possono essere esposti a cattive influenze del mondo intorno a loro, e l’avere una connessione con Dio li doterà di ciò di cui hanno bisogno per fare le scelte giuste. L’avere una conversazione aperta con loro riguardo la nostra vita nella chiesa e la Parola di Dio è la parte più importante della nostra vita giornaliera. Credo che i miei figli siano cresciuti vedendo il valore dell’avere una vita personale con Dio. È uno sviluppo che dura tutta la vita e da genitore continuerò a fare la mia parte per essere un buon esempio.

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Cosa significa essere un cristiano

Essere un cristiano è una vita molto più profonda del semplice chiedere a Gesù di entrare nel tuo cuore e credere nel perdono dei peccati. È una vita di sviluppo e crescita nelle cose di Cristo. Questo opuscolo presenta in modo molto chiaro e semplice le basi di una vita cristiana.