Lasciare che Dio divida l’anima dallo spirito

Mi resi conto che posso vivere una vita cristiana all’apparenza buona senza essere in continua connessione con lo Spirito Santo.

Lasciare che Dio divida l’anima dallo spirito

Da giovane cristiana, ho ascoltato il vangelo della vittoria sul peccato e ho ricevuto fede che fosse possibile per me. Iniziai ad avere una più profonda comprensione della cristianità e di come potrei avere vittoria su tutto il peccato consapevole nella mia vita. Presi una decisione di seguire fedelmente le orme di Gesù e diventare un discepolo di tutto cuore. Gli anni passarono. Avevo un lavoro interessante e nel mio tempo libero prendevo felicemente parte alle attività della chiesa. La vita quotidiana era composta dalle stesse situazioni, tentazioni e tribolazioni della maggior parte delle persone.

Un discepolo che non riesce a sentire lo Spirito?

In tutte queste situazioni della vita, divenne ovvio per me che posso vivere una vita cristiana apparentemente buona e rispettabile da essere umano sentimentale, vale a dire che sono sotto controllo del ragionare umano, i sentimenti, le maniere e le abitudini, senza avere il mio spirito umano continuamente in connessione con lo Spirito Santo. Posso seguire Gesù solo se sono guidato dallo Spirito Santo. Quando lo compresi, entrai veramente nel bisogno.

Mi chiesi: Sono semplicemente una persona sentimentale, che lascia che i miei sentimenti abbiano il controllo e il dominio senza riuscire a sentire la voce dello Spirito Santo? Sapevo profondamente dentro di me che la mia vocazione è di essere una persona guidata dallo Spirito Santo. Il mio spirito deve essere capace di capire la voce dello Spirito Santo; la mia anima, il mio ragionare umano e i miei sentimenti, non possano essere il punto centrale nella mia vita.

Nel mio bisogno, pregai e ricevetti una guida e un aiuto da Dio, in modo che il mio spirito potesse essere completamente libero dai pensieri, dai sentimenti e le influenze della mia anima. Egoismo, bisogno di avere ragione, essere offeso quando non vengo ascoltato, cercare l’attenzione, insoddisfazione quando le mie “opinioni intelligenti” non sono notate, tutto fa parte della mia vita interiore, che è corrotta e controllata dai sentimenti e il ragionare umano, impedendo che io senta la voce dello Spirito Santo.

Voglio fare la volontà di Dio ininterrottamente con tutto il mio cuore e conoscere i suoi pensieri. Allora devo lasciare che lo Spirito Santo mi guidi e mi ricordi, così che posso trovare i compiti che Dio ha preparato per me. Voglio veramente vivere costantemente questa vita, una vita piena di gioia e contenuto.

La soluzione per la vittoria su una vita che va su e giù

Nelle questioni della vita giornaliera, sarò tentato a vivere secondo il mio stato emotivo e il mio umore. Per esempio, quando sono tentato a essere insoddisfatto nelle mie circostanze o nella vita che Dio mi ha dato. Ma nel momento della tentazione, devo resistere fermamente a tutti quei pensieri inutili che nascono dalla mia carne e come l’apostolo Paolo decidere con una mente determinata che sono stato crocifisso con Cristo. Non vivo più per me stesso, ma Cristo vive in me. (Galati 2:20; 1 Pietro 5:8-9) Non possiedo più me stesso; non sono l’autore della mia vita, ma invece appartengo a colui che mi ha resuscitato dalla morte alla vita.

Ho sperimentato che una volta che dichiaro che sono stato crocifisso con Cristo, inizio a resistere al diavolo. Allora lui fugge con il suo disegno malvagio (Giacomo 4:7) e allo stesso tempo ottengo potere da Dio per iniziare una battaglia e vincere i pensieri di egoismo, essere offeso, cercare onore e amarezza. Allora la voce dello Spirito Santo mi mostra la via della salvezza che Dio ha pianificato per me, la via sulla quale io posso trovare la mia propria vita e metterla a morte. “Chi ama la sua vita, la perde, e chi odia la sua vita in questo mondo, la conserverà in vita eterna.” Giovanni 12:25.

“Infatti tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, sono figli di Dio.” Romani 8:14. Voglio continuare a essere guidato dallo Spirito Santo. So che lui mi mostrerà sempre ciò che devo sacrificare, e obbedendolo vivo da cristiano spirituale che lascia che la parola di Dio divida l’anima dallo spirito. La Parola di Dio è giudice dei sentimenti e dei pensieri del mio cuore. (Ebrei 4:12)

Quando si presentano quei pensieri ansiosi e i sentimenti sono negativi, semplicemente obbedisco alla Parola: “Non angustiatevi di nulla, ma in ogni cosa fate conoscere le vostre richieste a Dio in preghiere e suppliche, accompagnate da ringraziamenti.” Filippesi 4:6. Quando faccio attenzione alla Parola, prego ferventemente per ricevere aiuto e odio quei pensieri negativi, allora questi perdono veramente il loro potere e la spada (la Parola di Dio) ha fatto il suo lavoro. Paolo pregò che Dio compisse con potenza ogni buon desiderio e l’opera della fede dei tessalonicesi in modo che il nome del Signore Gesù Cristo fosse glorificato. (2 Tessalonicesi 1:11-12) Questo è anche il desiderio del mio cuore.

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Sono stato crocifisso con Cristo

Questo opuscolo è basato sulle parole di Paolo in Galati 2:20: “Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me…” Qui Elias Aslaksen spiega cosa significa e come il lettore possa avere la stessa testimonianza di Paolo nella propria vita.