Una riflessione sulla vita eterna

VIDEO: Dio ha posto l’eternità nei nostri cuori. Ma c’è qualche differenza in come le persone vivono la vita eterna? Si può influenzare come trascorreremo l’eternità?

In Ecclesiaste 3:11 sta scritto, “Egli ha perfino messo nei loro cuori il pensiero dell’eternità …” Non sappiamo esattamente cosa ci porterà la vita eterna, ma sappiamo che se seguiamo Gesù e viviamo in obbedienza ai suoi comandamenti, ci è stato promesso che trascorreremo l’eternità con lui. In questa intervista Gary Fenn riflette su come l’eternità possa variare da persona a persona e come noi possiamo influenzare il come trascorreremo la nostra vita eterna.

Trascrizione audio: Una riflessione sulla vita eterna

Tutte le persone sono eterne?

Dio ci ha creati come esseri eterni. Tutte le persone hanno uno spirito, tutte le persone hanno un’anima. E sta scritto che Dio ha posto l’eternità nel cuore di ogni uomo. Per cui c’è qualcosa di eterno nel profondo di noi esseri umani. Ed è veramente interessante, parlando con le persone, quasi senza eccezione, ti accorgi che le persone sanno nel loro profondo intimo che la loro vita continuerà per sempre. Se siano credenti, se credono in Cristo o meno, c’è qualcosa nell’umanità perché Dio l’ha messa lì, che dice loro, “C’è un’eternità, c’è qualcosa dopo la morte.”

Dove trascorreremo l’eternità, questo varia. La vita eterna è promessa a coloro che vivono per Gesù, a chi crede in Gesù Cristo e vive la sua vita per lui. Gesù disse, chi salverà la sua vita in questo mondo, vale a dire vivere una vita terrena nel periodo che sei qui in terra, vivendo per le proprie passioni, cercando il proprio interesse, vivendo nel peccato – chi salva la sua vita in questo mondo, la perderà per tutta l’eternità. Ma chi perde la sua vita in questo mondo, in altre parole chi perde la sua vita propria, la sua vita egoista, la vita che cerca il proprio interesse – se perde quella vita adesso per vivere una vita che è in accordo con la Parola di Dio, allora salverà la sua vita per tutta l’eternità. Gli è promessa una vita eterna. Per cui, questa è la differenza. Non se andremo o meno nell’eternità, perché tutti andranno nell’eternità, ma il tuo destino nell’eternità. Questa è la differenza. E questo sarà determinato dalla tua fede in Gesù Cristo.

Come possiamo fissare la nostra attenzione sull’eternità invece che sulle cose qui in terra?

Siamo essere umani e dobbiamo vivere su questa terra, e perciò la vita temporale, ci attira. Pone le sue pretese su di noi perché viviamo qui in questo mondo. Per cui per vivere con la visione per l’eternità, devi combattere contro tutto ciò che è temporale che vuole attrarre i tuoi pensieri e il tuo amore per le cose in terra. Dobbiamo combattere contro queste cose e armarci prima di ogni cosa con la Parola di Dio. Perché la Parola di Dio è eterna. E quando la Parola riempie il nostro cuore e la nostra mente ed il nostro obbiettivo è compiere queste parole, compiere la Parola di Dio nella misura più grande possibile, allora la nostra visione sarà sollevata per le cose eterne. E la nostra ricerca sarà nelle cose che sono eterne.

Per esempio, la sapienza regnerà per tutta l’eternità. E quando lo credi e questo afferra il tuo cuore, allora conquisti sapienza, poiché la Parola di Dio è la pienezza della sapienza, cioè Gesù Cristo, nel quale tutti i tesori della sapienza e della conoscenza sono nascosti. E lui ha promesso di condividere quella vita con noi! Allora, per esempio, la sapienza diventerà così grande per te, diventerà un grande tesoro per te, e in tutte le situazioni della vita, il tuo cuore e la tua mente saranno aperti per le possibilità che hai di guadagnare sapienza nella vita. Quella sapienza che potrai portare con te nell’eternità.

Per esempio, la conoscenza, la conoscenza di questo mondo, la conoscenza della scienza, conoscenza della matematica, e cose del genere, ti possono aiutare per questa vita, ma hai bisogno di sapienza se dovrai regnare e governare nel mondo a venire, che è la promessa per coloro che seguiranno la vita di Gesù. E perciò, quando mantieni quest’obbiettivo e questa visione chiari davanti a te, allora vedrai le tante opportunità che ricevi nella vita per poter partecipare alla sapienza di Dio che è innata nella Parola di Dio.

Possiamo influenzare la nostra eternità?

Sì, possiamo influenzarla tremendamente! Infatti, l’inizio dell’eternità, o possiamo dire ciò che chiamiamo il tempo di grazia, che Dio ha dato all’umanità per vivere in questa terra, quando il tempo di grazia arriva alla sua fine ed entriamo nella nuova amministrazione, che chiamo eternità, tra le prime cose ad accadere in quella nuova amministrazione c’è che Dio giudicherà i segreti degli uomini attraverso l’unico designato Gesù Cristo. Quindi il tempo che abbiamo vissuto qui in terra, possiamo dire così, è veramente un tempo di prova, e noi saremo … entreremo nel tempo del giudizio su come abbiamo vissuto qui in questo mondo quando ci imbarchiamo per l’eternità. E quando crediamo in questo e accettiamo la verità della Parola di Dio, che questo è come stanno le cose, allora certamente ogni aspetto della nostra vita sarà influenzato da quella fede che saremo giudicati da Dio per come abbiamo vissuto in questa terra, e secondo quel giudizio si determinerà la mia eternità, come starò per tutta l’eternità.

Gesù parlò della parabola del seminatore. E che c’erano tre diversi risultati per quelli che hanno ricevuto la Parola di Dio come seme nella loro vita. E alcuni, hanno ricevuto la Parola ed erano in grado di portare frutto il trenta per uno. E altri, ovviamente l’hanno presa più seriamente; l’eternità ha afferrato i loro cuori in una misura più profonda. Il loro amore per Cristo era intensamente molto più grande. Il loro desiderio di diventare come Gesù e vivere la vita di Gesù era più grande, e per questo erano in grado di prendere parte a frutti sessanta volte per uno. Ma Gesù disse c’erano alcuni che erano così incredibilmente afferrati dalla vita di Cristo, dalla Parola di Dio, dall’eternità, dal trascorrere l’eternità con Gesù, dall’essere il più vicino possibile a lui, come hanno detto le Scritture, dall’essere così vicini al raggiungere questa alta vocazione dell’essere una sposa per Gesù. Una sposa che sarà simile a lui, una sposa che sarà con lui per sempre, una sposa che sarà capace di avere comunione con lui nella misura più profonda. Coloro che sono afferrati dalla verità e dalla vita di Gesù. Gesù disse in quella parabola che saranno capaci di ottenere frutti cento volte per uno nella loro vita.

Questo sarebbe il fine ultimo per ogni cristiano. E quando questo diventa il tuo obbiettivo, allora certamente non vivi per nient’altro. Tutti i tuoi pensieri, tutti i tuoi interessi, tutte le tue intenzioni, tutto il tuo zelo, tutte le tue ambizioni, tutto in te sta cercando di ottener quell’obbiettivo inspiegabilmente grande: che puoi diventare simile a Gesù, essere colui che Lui prenderà con sé nell’eternità e in quel rapporto di una sposa e uno sposo, quel rapporto che questi avranno assieme al Salvatore.