Perché sei più forte quando sei più debole

Non è una contraddizione che la debolezza e la forza vadano di pari passo.

Perché sei più forte quando sei più debole

Potenza perfetta nella debolezza

Ed egli mi ha detto: “La mia grazia ti basta, perché la mia potenza si dimostra perfetta nella debolezza”. Perciò molto volentieri mi vanterò piuttosto delle mie debolezze, affinché la potenza di Cristo riposi su di me. Per questo mi compiaccio in debolezze, in ingiurie, in necessità, in persecuzioni, in angustie per amor di Cristo;  perché, quando sono debole, allora sono forte.” 2 Corinzi 12:9-10

Paolo poteva proclamare questo con tanta inequivocabile certezza poiché lui aveva sperimentato e scoperto personalmente che la potenza di Dio è resa perfetta nella debolezza. Questo è l’unico modo di prender parte alla forza di Dio.

Lo leggiamo anche in Isaia 40:29. Qui non leggiamo che i deboli hanno poca forza. Al contrario, dice: Egli dà forza allo stanco e accresce il vigore a colui che è spossato.” I nostri sentimenti possono andare su e giù, parlano la nostra ragione e le nostre esperienze, e noi semplicemente non sappiamo cosa fare. Allora è vitale di credere in Dio!

Gesù disse alla donna in Giovanni 11:40: Non ti ho detto che se credi, vedrai la gloria di Dio?” Dio può dare grande forza alla persona che non ha forza. La forza di Dio inizia lì dove cessa la mia forza!

Coloro che aspettano sempre il Signore non aspettano aiuto dal proprio braccio o consolazione e aiuto dalla famiglia e gli amici. Loro riceveranno nuova forza, alzando le loro ali come aquile. Loro sperimenteranno di correre senza stancarsi e di camminare senza affaticarsi. (Isaia 40:31)

Da dove ottengo la mia forza?

Da dove ottengo la mia forza e aiuto nelle situazioni della vita quotidiana? Per me è naturale alzare sempre le mie ali e i miei occhi verso i monti, o guardo orizzontalmente alle cose e alle persone intorno a me?

“Il mio aiuto vien dal Signore, che ha fatto il cielo e la terra”. Salmi 121:1-8 Questi sono coloro i cui piedi non vacilleranno e Dio li proteggerà, lui che non sonnecchia né dorme; lui sarà persino la loro ombra e starà alla loro destra!

Questo vuol dire che a prescindere dal tempo e dallo spazio, lui è con me! E Gesù dice, “Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell’età presente”. Matteo 28:20. Non è escluso alcun giorno quando Gesù dice, “sempre”. Ogni giorno, per tutta la vita, senza eccezioni!

Gesù dice, Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo.” Matteo 11:28. Allora la risposta seguirà immediatamente – i mezzi e la speranza: “Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre”. Matteo 11:29.

Per vedere il bisogno di prendere su di sé il giogo di Gesù, devo riconoscere di essere affaticato e oppresso. Devo riconoscere la mia propria debolezza per ricevere forza. Il mio corpo del peccato, la mia natura umana che mi appesantisce, può anche essere un peso per coloro che mi sono intorno, e per poterlo portare ho bisogno di un giogo. Qui, Gesù ci offre di portare il Suo giogo.

“Il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero”. Matteo 11:30. Quando porto il giogo di Gesù, mi costerà la mia volontà, la mia vita umana, il mio senso di giustizia; questo giogo rifiuta che io viva per me stesso, e mi spinge a vivere per gli altri. In cambio, ricevo qualcosa dal cielo, ciò che è eterno!

Siamo esortati a vivere con quest’attitudine che aveva Gesù! “Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato in Cristo Gesù” – Lui che rinunciò all’essere uguale a Dio e che prese su di se la forma di servo! Lui si umiliò! Noi possiamo essere umiliati; ma che differenza tra l’essere umiliati e l’umiliare me stesso nelle circostanze della vita! Ci sono molte volte, prima di tutto con coloro che mi sono più vicini e più cari, quando posso rinunciare alla mia propria volontà e facendo questo prendo la forma di servo.

Questa è la chiave all’innalzamento divino: Perciò Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni nome…” Filippesi 2:6-9. “Or a colui che può, mediante la potenza che opera in noi, fare infinitamente di più di quel che domandiamo o pensiamo…” Efesini 3:20.

La forza di Dio inizia nella mia debolezza – dove termina la mia propria forza!


Quest’articolo è stato tradotto dal norvegese ed è stato pubblicato sotto il titolo “Nessuna forza-grande potenza” nel periodico della Bcc Skjulte Skatten (Tesori Nascosti) nell’aprile 2018.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

 

Potresti anche essere interessato a leggere di più sulla nostra topic page about our relationship with God, o negli articoli selezionati sottostanti:

“La mia potenza si dimostra perfetta nella debolezza”

Il momento cruciale: come ricevere aiuto quando ne hai più bisogno

Solo per la grazia di Dio!

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

L’evangelo di Dio

Grazia significa che tutti i nostri peccati sono perdonati quando li confessiamo. Ma significa anche che riceviamo il potere di obbedire alla verità con cui è venuto Gesù. In questo libro, Sigurd Bratlie scrive sul tema, mostrando il vero vangelo di Dio che è l’ubbidienza della fede.