Qual è il vero significato dell’essere mansueto?

Gesù era mansueto e umile di cuore, ma scacciò i cambiavalute dal tempio con zelo e un’ira giusta. Allora cosa significa in effetti essere mansueto?

Scritto da Elias Aslaksen
Qual è il vero significato dell’essere mansueto?

Gesù disse, “Beati i mansueti, perché erediteranno la terra.” Matteo 5:5.

La parola mansueto può spesso essere accompagnata da connotazioni negative. Può essere che le persone vedano l’essere mansueto come l’essere uno zerbino che le persone calpestano. In effetti, un dizionario lo definisce come “troppo sottomesso o compiacente; senza spirito; addomesticato.” Gesù stesso è descritto come mansueto e sappiamo che l’uomo che sconfisse i farisei, ribaltò i tavoli dei cambiavalute nel tempio, che non si tirò mai indietro dal brandire la verità come una spada a doppio taglio, non potrebbe mai essere descritto come una persona senza spirito o addomesticata.  Quindi se vogliamo ereditare la terra, dobbiamo capire cosa significhi veramente essere mansueto.

Nel seguente articolo, Elias Aslaksen spiega la grande differenza tra l’essere mansueto e l’essere timido, e perché una cosa è una virtù e l’altra un vizio.

Mansueto e timido sono opposti

Essere mansueto non deve mai essere confuso con essere timido. Uno spirito timido è l’esatto opposto di uno spirito mansueto! La tranquillità che accompagna la mansuetudine è il risultato della fiducia nel Signore, mentre la tranquillità della timidezza è il risultato della mancanza di fiducia.

Non dobbiamo nemmeno essere portati a pensare che una persona mansueta sia sempre silenziosa. Lui è silenzioso quando dovrebbe essere silenzioso: quando è insultato o trattato ingiustamente; quando altri si arrabbiano; quando spettegolano di questo e quello; quando lottano per il proprio guadagno e vantaggio ecc. – ma non quando deve spingersi in Dio con veementi grida per ricevere aiuto; non quando chiama a Dio giorno e notte, o quando deve alzare la voce come una tromba per dichiarare al popolo di Dio le sue trasgressioni (Isaia 58:1); o quando deve difendere pubblicamente le verità del vangelo; o strappare l’agnello dalla bocca del leone.

La natura divina ha due lati. è silenziosa quando è adatto essere silenziosi e può esplodere come il suono di tuoni e fulmini quando è adatto fare così. La natura peccaminosa ha anche due lati. è chiassosa quando dovrebbe essere silenziosa ed è silenziosa e timida quando dovrebbe gridare con tutta la propria forza.

Essere mansueti conduce a salvezza

“Or Mosè era un uomo molto umile [mansueto], più di ogni altro uomo sulla faccia della terra.” Numeri 12:3. Quando però vide il vitello d’oro e le danze gettò dalle mani le tavole e le spezzò. (Esodo 32:19) Gesù che ci pregò di imparare la mansuetudine da lui, ardeva con un tale zelo che rovesciò le tavole dei cambiavalute e li scacciò dal tempio con una sferza.  (Giovanni 2:13-17) Non andare a cercare la mansuetudine in queste situazioni. Possiamo essere certi che sia presente nella vita di persone spirituali; ma in occasioni come quelle, altri attributi divini sono più prominenti per il semplice fatto che sono più adatti.

Noi dobbiamo ricevere con dolcezza [mansuetudine] la parola che è stata piantata in noi.  (Giacomo 1:21) Quando la parola giudica e ci castiga; quando divide l’anima dallo spirito, le giunture dalle midolla; quando schiaccia e ci umilia; quando prende; quando ci lascia spogli – allora è vitale essere silenziosi e mansueti e ammettere che la parola è giusta. Allora abbiamo bisogno di mantenere chiusa la bocca invece di rispondere, difenderci e scusarci! Allora saremo condotti oltre sulla via della vita; saremo sempre più abbelliti con salvezza, passo dopo passo.

Questo articolo è tradotto dal norvegese ed è stato pubblicato la prima volta come parte del libro “La via della vita” nel gennaio 1935. è stato adatto per questo formato. 
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

 

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Cosa significa essere un cristiano

Scritto da Elias Aslaksen

Essere un cristiano è una vita molto più profonda del semplice chiedere a Gesù di entrare nel tuo cuore e credere nel perdono dei peccati. È una vita di sviluppo e crescita nelle cose di Cristo. Questo opuscolo presenta in modo molto chiaro e semplice le basi di una vita cristiana.