Sansone: L’inattaccabile forza di un patto con Dio

La forza di Sansone durò solamente finchè fu fedele al suo patto…

Sansone: L’inattaccabile forza di un patto con Dio

Per via della storia di Sansone nel libro dei Giudici, il nome Sansone è sinonimo di grande forza fisica. Ma come sappiamo, la forza di Sansone non veniva dall’allenarsi regolarmente. (Sebbene abbia potuto fare anche quello). La vera fonte della forza di Sansone veniva dal suo patto con Dio.

Il patto di Sansone con Dio

La storia di Sansone ci dice che lui faceva parte di un gruppo chiamato i “Nazirei”. Un Nazireo era qualcuno che volontariamente faceva un voto di consacrazione a Dio. Ciò richiedeva loro di non bere bevande forti né di tagliarsi i capelli. Fino a quando Sansone era fedele a quel patto Dio lo avrebbe riempito di forza e non c’era letteralmente nulla che potesse sopraffarlo. Fece a pezzi un leone a mani nude, uccise mille uomini contemporaneamente con solo la mascella di un asino, tirò su le porte della città di Gaza e le portò sulle sue spalle in cima ad una montagna, ecc.

Grazie alla forza che aveva, i Filistei – nemici d’Israele, che in quel momento li avevano dominati – erano sempre pronti a uccidere Sansone. Ma qualunque cosa provassero, Sansone era imbattibile.

Questo, fino a quando non fu infedele al suo patto con Dio…

In un momento di debolezza, Sansone rivelò il segreto della sua forza a Dalila, una donna filistea che frequentava. In quel momento venne sconfitto. I filistei gli rasarono i capelli mentre dormiva e riuscirono finalmente a farlo prigioniero. Quando si svegliò, pensava ancora di poterli sopraffare, ma avendo rotto il patto con Dio, il Signore si era allontanato da lui. Adesso lui era come un uomo comune. I filistei gli cavarono gli occhi, lo portarono a Gaza e lo legarono alla macina in una prigione.

Il nostro patto

C’è una seria lezione che possiamo imparare dalla storia di Sansone. Se vogliamo servire Dio di tutto cuore, allora è importante capire che anche noi avremo un nemico che cerca sempre di distruggerci. Satana è sempre pronto a fermare le persone dal servire Dio, a distruggere le loro vite in lui così che non possono ricevere l’enorme forza spirituale che un discepolo di tutto cuore ottiene nella sua vita. Questo potere, che dà forza di vincere il peccato e il potere delle tenebre, lo terrorizza, perché è questo che lo sconfiggerà completamente un giorno e distruggerà il suo regno.

Tuttavia, fino a quando siamo fedeli nel nostro patto di discepolato con Cristo e manteniamo una mente pura, diventeremo invincibili esattamente come lo fu Sansone! Avremo una forza celeste nella nostra vita per vincere tutto il male; tutte le tentazioni! E quando la lotta diventa intensa, Dio ci rinfrancherà continuamente con nuova forza per continuare, a patto che non ci arrendiamo e cediamo al nemico.

Infatti il Signore percorre con lo sguardo tutta la terra per spiegare la sua forza in favore di quelli che hanno il cuore integro verso di lui”. 2 Cronache 16:9.

Ma se noi, come Sansone, ci stanchiamo di resistere al peccato, cediamo alla tentazione e cessiamo di essere fedeli, permettendo all’impurità di entrare nel nostro cuore, allora anche noi perderemo la forza che riceviamo da Dio. Allora diventiamo semplici persone comuni, senza potere divino, e veniamo facilmente presi prigionieri da ogni tipo di male. Allora non abbiamo la forza di cui abbiamo bisogno quando viene il nemico.

Un tipo diverso di forza

Non possiamo sconfiggere Satana a meno che abbiamo la forza di Dio nelle nostre vite, e noi possiamo solamente ricevere questa forza in rapporto alla purezza del nostro cuore e della nostra fedeltà. Non serve lottare nella nostra propria forza per fare il bene. Se sappiamo di aver rotto il nostro patto con Dio, allora viviamo in un modo che non è secondo la volontà di Dio, o se cerchiamo di mantenere anche solo un poco della nostra propria volontà, non avremo la forza necessaria per vincere nella tentazione.   Abbiamo bisogno di un diverso tipo di forza per vincere il peccato, abbiamo bisogno di forza divina tramite lo Spirito Santo.

Molte persone hanno condiviso la sorte di Sansone. Hanno perso la forza che avevano nelle loro vite a causa dell’infedeltà. Hanno spento lo Spirito. (1 Tessalonicesi 5:19)

Ma la storia di Sansone non è un destino che dobbiamo condividere! Possiamo preservare i nostri cuori in purità e possiamo semplicemente essere fedeli nel mantenere il nostro patto di discepolato – di servire Dio invece di noi stessi. Allora avremo una scorta infinita di forza dal Signore e vedremo chiaramente per cosa lottiamo. Saremo invincibili nella nostra lotta contro il peccato!

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Il nuovo patto e il mistero dell’iniquità

Il nuovo patto è un patto personale che facciamo con Dio, nel quale ci impegniamo a ubbidire a tutta la sua volontà e in cambio lui si impegna a darci tutto ciò di cui abbiamo bisogno per questo fine. Il mistero dell’iniquità è che la maggior parte delle persone elimina con spiegazioni questa parte della grazia che Gesù ci ha consegnato e invece cambiano la grazia di Dio in una licenza a peccare.