“Pensa che Dio farà un miracolo in noi”

Il più grande miracolo che Dio può fare per me è semplice e mi cambia la vita!

“Pensa che Dio farà un miracolo in noi”

Questa è la storia di un canto. Un canto che mia nonna ha scritto direttamente dal cuore, sul piano di lavoro della sua cucina molti anni fa. Un canto che è diventato il mio inno personale.

Sono seduta nella mia cucina, affacciata alla finestra. La neve cade lentamente, senza fretta. Tutto è calmo e tranquillo. Sto ripensando a 10 minuti fa. Stavo facendo fretta ai bambini per farli uscire dalla porta verso l’autobus, con tanto stress, baci e abbracci veloci. “Ciao ragazzi; vi voglio bene.”

Mentre penso, le domande iniziano ad arrivare. Ero troppo impaziente coi bambini e li stavo stressando troppo? Ero una brava madre? Cosa avrei potuto fare diversamente?

Poi mi viene in mente il canto che aveva scritto mia nonna, proprio come lo era stato molte volte prima. Canto alcune delle frasi di nuovo per me:

“Quando gli eletti provan quale gioia
la speranza ci dà.
C’è vittoria, c’è giubilo, canti di gioia,
una fonte noi abbiam.

Pensa Dio fa miracoli in noi,
Chi la sua potenza può comprendere?
Pensa sia io che tu
trasformati qui sarem,
così scritto è, non dubitiam.

Dal libro dei canti della BCC, Le Vie del Signore #404

Ogni giorno trovo che devo cambiare

Sono madre di sette figli, di tutte le età e con esigenze diverse, tutti hanno bisogno del mio amore e delle mie cure. Trovo che ci siano molte cose su cui lavorare quando si tratta di affrontarle. Ogni giorno, trovo cose nuove nella mia natura su cui lavorare. È facile essere frustrati o impazienti con loro. Essere preoccupati o inquieti. Trovo che quando inizio a cantare questo canto, il testo mi incoraggia e mi riempie di felicità, gratitudine, gioia e speranza. Speranza per me stessa, che io possa trasformarmi da queste reazioni negative che trovo in me stessa; una speranza di poter cambiare.

Mia nonna ha scritto questo canto quando stava vivendo situazioni molto simili a quelle che sto vivendo adesso. Anche lei era una madre con una necessità. La necessità di affrontare le cose nella giusta maniera in tutte le situazioni quotidiane. Pregava a Dio per ricevere sapienza e aiuto per affrontare bene i bambini; chiedeva pazienza e amore per sapere cosa fare ogni giorno.

Proprio come me oggi.

Ho imparato nel corso degli anni che quando lascio che il vangelo operi in me – quando combatto e ottengo vittoria su queste tentazioni della carne – allora i bambini possono assaporare che ho uno spirito differente piuttosto che quello di una madre stressata e frustrata. Questo crea un’atmosfera calda e amorevole nella nostra casa. Si sentono protetti e sicuri e vedono che il vangelo della trasformazione attraverso la vittoria sul peccato funziona. Ma per loro vedere e sperimentare il vangelo, deve cominciare da me. Devo diventare quella felice madre guidata dallo Spirito a casa mia, invece di essere guidata dai miei sentimenti e dalla natura umana. Così facendo posso essere un esempio luminoso per i miei figli, e in questo modo posso attirarli a volere questa vita con Cristo per se stessi.

Come mia nonna ha scritto il canto:

Non dimenticherò mai la storia che mia madre mi ha raccontato di come mia nonna ha scritto questo canto:

“Mamma era a casa con i bambini durante il capodanno 1964/65. Avrebbe voluto andare a una conferenza cristiana che si stava svolgendo a Oslo, ma il viaggio da casa sua nel nord della Norvegia era lungo, e in quei giorni viaggiare così lontano per un paio di giorni non era così facile. Tuttavia, vi era stato un caro amico, un giovane di nome Kaare Smithche era in un distaccamento militare nella zona in cui viveva lei, e quando tornò a casa era pieno di entusiasmo per ciò che aveva sentito durante la conferenza. Era nato di nuovo lì ed era ansioso di condividere l’incredibile messaggio che aveva sentito.

Visitò mamma e con grande entusiasmo le parlò del potente messaggio della gioia, della speranza e del Dio dei miracoli che è in grado di creare qualcosa di completamente nuovo nella nostra vita, che lo aveva ispirato così potentemente. Ebbe un enorme impatto su di lei. Il canto è nato nella sua cucina mentre svolgeva le sue faccende quotidiane. Aveva una matita e carta nella tasca del grembiule, e il canto si è quasi scritto da solo. È venuto fuori lo stesso spirito che era stato professato in quella conferenza.. Alla fine è stato pubblicato nel libro dei canti della BCC Le Vie del Signore, ed è stata una benedizione e un incoraggiamento per innumerevoli persone”.

Io posso essere trasformato!

Esempi come quello di mia nonna ci mostrano che è possibile vivere una vita come questa! Essere liberi da tutto ciò che mi vuole abbattere, e scegliere di andare avanti in uno spirito pieno di speranza e di fede. Dio farà un miracolo dentro di me. Le sue parole sono vere!

Io posso essere trasformato! Posso lasciarmi alle spalle il modo in cui sono di natura e diventare qualcosa di nuovo. Una madre felice, piena dei frutti dello Spirito, piuttosto che delle opere della carne.

Quando la prendo così in tutte le mie situazioni, allora andrò avanti con un canto trionfante. Ci sarà la vittoria nella mia vita; ci saranno gratitudine e gioia. E una grande benedizione!

“Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo disegno.“ Romani 8:28.

Scarica il libro dei canti Le Vie del Signore come e-book gratuito qui.

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

L’evangelo di Dio

Grazia significa che tutti i nostri peccati sono perdonati quando li confessiamo. Ma significa anche che riceviamo il potere di obbedire alla verità con cui è venuto Gesù. In questo libro, Sigurd Bratlie scrive sul tema, mostrando il vero vangelo di Dio che è l’ubbidienza della fede.