Si vive una volta sola!

Non possiamo rivivere le nostre vite, annullare gli errori, quindi è importante andare avanti, vivere secondo la volontà di Dio adesso!

Si vive una volta sola!

Poiché, pochi anni ancora e me ne andrò per una via senza ritorno.” Giobbe 16:22.

Come è scritto nelle parole di un canto: “Ci è dato di percorrere il sentiero della vita solo una volta.” Dovremmo vedere la serietà dell’essere vivi. Dio ci ha dato la vita, e dobbiamo rendere conto di ogni singolo giorno di grazia. Non possiamo tornare indietro ai tempi già passati. Adesso è importante andare avanti, ottenere il più possibile dal tempo che ci è rimasto. A poco a poco ci muoviamo lungo il sentiero che non possiamo mai rivisitare.

È bene riflettere e imparare dalle cose che avrebbero potuto essere migliori. Pietro scrive di avere un’abbondante accesso nel regno eterno del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo. (2 Pietro 1:11) Otteniamo questo se siamo devoti in tutte le virtù di Cristo. Non dovremmo dimenticare che siamo stati purificati dai nostri vecchi peccati. (2 Pietro 1:5-9) Se lo dimentichiamo, dimenticheremo anche di camminare nell’umiltà e nel timore.

Ci sono sicuramente molte persone che vorrebbero tornare indietro nel tempo per correggere qualcosa che avrebbe dovuto essere fatto o detto diversamente. Tuttavia, questo è impossibile. Per quanto è possibile, dobbiamo chiedere perdono a Dio e agli uomini e poi continuare in una vita che può diventare sempre più ricca.

Se siamo sul tetto quando viene Gesù, dobbiamo essere pronti ad incontrarlo lì e non dobbiamo correre giù in casa e mettere le cose a posto, cose che non sono state dette o fatte.

Paolo aveva una grande e gloriosa meta in vista, ed è corso verso di essa con tutte le sue forze. Anche lui voleva che gli efesini avessero davanti ai loro occhi questa meta gloriosa, affinché il loro zelo potesse diventare più perfetto. In questa corsa avevano bisogno dello spirito di saggezza e rivelazione e di occhi illuminati del cuore. Allora la ricchezza della gloria sarebbe diventata molto più grande. (Efesini 1:17-20)

Ora è importante guardare avanti ed essere all’altezza della gloria che è preparata per noi. Non possiamo tornare indietro, e nessuno di noi sa per quanto tempo continueremo la nostra corsa in questa vita qui sulla terra. Possa la nostra vita essere sempre in ordine, in modo che noi, come il vecchio Simeone, possiamo dire: Ora, o mio Signore, tu lasci andare in pace il tuo servo, secondo la tua parola;  perché i miei occhi hanno visto la tua salvezza…” Luca 2:29-30.


Questo articolo è stato tradotto dal norvegese ed è stato pubblicato per la prima volta col titolo “Non possiamo tornare indietro” nel periodico della BCC Skjulte Skatter (Tesori Nascosti) a maggio del 1987.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

Potresti essere anche interessato ad un approfondimento nella nostra pagina tematica riguardo alla nostra vocazione, o nel leggere questi articoli selezionati:

Perché Dio ha pensato di crearmi?

Cristianesimo attivo

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Una tale grande salvezza

L’apostolo che scrisse il libro di Ebrei la chiamò “una parola d’esortazione” Lo scopo di questo opuscolo è di ampliare ed estendere quella esortazione, portando fede e salvezza a tutti coloro che hanno una vocazione celeste. Tutti coloro che seguono l’esortazione della lettera agli Ebrei possono raggiungere questa grande salvezza.