Come posso splendere come una luce nel mondo?

Io posso vivere in un modo per cui Dio è glorificato attraverso di me!

Come posso splendere come una luce nel mondo?

“Voi siete la luce del mondo.  Una città posta sopra un monte non può rimanere nascosta.” Matteo 5:14.

Da cristiano, devo chiedermi se la mia vita veramente rispecchia questo versetto. Se penso a come sono al lavoro e come sono nei confronti di persone che incontro durante la mia giornata, posso veramente dire che splendo come una luce in questo mondo?

Questo versetto non si riferisce solo a cose esteriori, come essere qualcuno che ovviamente non bestemmia o truffa, ma alle mie opere interiori che hanno effetti che possono essere visti dalle persone attorno a me. Quando qualcuno reagisce duramente o rude contro di me mentre io penso di agire con buone intenzioni, come reagisco allora?

Reagire alle situazioni

Inizio la mia giornata di lavoro con le migliori intenzioni, deciso di reagire solo con bontà e pazienza con i miei colleghi e i nostri clienti. Le cose vanno come pianificato; tutti lavoriamo duramente con gli incarichi incalzanti che si ammassano sulle nostre scrivanie, fino al momento in cui un collega entra in ufficio, chiaramente stressato e inizia a reagire senza rispetto con ogni persona che incontra.

L’atmosfera cambia improvvisamente. Tutti adesso sembrano stressati e con i nervi a fior di pelle. Quando vengo affrontato e accusato di uno sbaglio che non era mio, sento l’irritazione che bolle dentro di me. Ho una frazione di secondo per prendere una decisione. Voglio immediatamente difendere me stesso, rispondere con un tono orgoglioso e irritato, dimostrare a questo collega che ha sbagliato. I pensieri mi bombardano, domandandomi perché questa persona sia un tale problema, perché devono sempre reagire in questo modo, e perché mi dovessero trattare in questo modo senza una buona ragione. Invece, dico una rapida preghiera, chiedendo aiuto a Dio, sapendo che senza di lui non ho il controllo per reagire in un modo buono.

Sento una voce gentile, tranquilla e amorevole che mi parla suggerendomi di fermarmi e chiedermi come Dio voglia che io reagisca adesso? “Rivestitevi, dunque, come eletti di Dio, santi e amati, di sentimenti di misericordia, di benevolenza, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza.” Colossesi 3:12. Mi rendo conto che ho bisogno di reagire con bontà, gentilezza, essendo umile e cordiale e non essere d’accordo con l’irritazione e l’offesa che sento nel mio petto.

Fai attenzione!

Se sto lottando per essere costantemente vigile, facendo attenzione a ogni pensiero e giudicando le mie intenzioni, posso vedere chiaramente che non raggiungo il livello della mente di Cristo. (Filippesi 2:5) Ma se sono deciso e umile e chiedo l’aiuto di Dio, sperimento che non devo cedere alle mie reazioni naturali in quelle situazioni intense. “Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, per ottenere misericordia e trovare grazia ed essere soccorsi al momento opportuno.” Ebrei 4:16. Ho bisogno di pregare a Dio per ricevere forza prima che si presentino le situazioni, riempirmi sempre con le sue parole come armatura, e pregare durante queste situazioni quando sento che non sono capace di reagire nel modo che ho deciso di fare. Dio è sempre lì per aiutarmi.

Quando Dio viene con aiuto, non significa che improvvisamente mi senta felice e che le cose sembrino “facili.” Devo soffrire per non reagire nel modo che il mio corpo sente di voler fare. Lui mi porterà sempre attraverso la situazione se voglio soffrire e chiedere il suo aiuto. Allora posso sperimentare un cambiamento.

Se viviamo per Dio e non per noi stessi (il nostro onore, i nostri sentimenti, le nostre reazioni naturali, ecc.), allora dobbiamo vivere per piacere a lui in ogni situazione e vivere come suoi servi come fece Gesù. Questo è ben lontano dal compiere azioni di ritorsione contro qualcuno che penso mi stia trattando male. Se sono umile e onesto su come sono di natura, allora improvvisamente non è così difficile stimare gli altri come molto migliori di me stesso, indipendentemente da come gli altri agiscano e mi trattino. (Filippesi 2:3) Chi sono io per essere offeso, arrabbiato, per rispondere e reagire duramente verso qualcuno che si è scagliato contro di me?

Bada a te stesso

Quando incontreremo Dio alla fine della nostra vita, dobbiamo ognuno dare conto per noi stessi; per quello che abbiamo fatto con le situazioni e il tempo che Dio ci ha dato. Allora Dio non sarà interessato in come io abbia trattato le persone, in base a quanto bene mi abbiano trattato loro. Lui sarà interessato nel vedere se io abbia o meno deposto la mia vita in ogni situazione, come fece Gesù durante il suo tempo in terra.

“Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, affinché vedano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è nei cieli.” Matteo 5:16. Io sono chiamato a essere una luce in questo mondo; una luce nel mio luogo di lavoro. Se guardo alle mie reazioni e giudico me stesso invece di pensare a come gli altri dovrebbero agire, posso conservare questa pace celeste e la felicità nel mio cuore, purificando me stesso sempre più dal peccato e dalle mie tendenze naturali ogni giorno. “Bada a te stesso e all’insegnamento;  persevera in queste cose perché, facendo così, salverai te stesso e quelli che ti ascoltano.” 1 Timoteo 4:16. La mia speranza è che le persone potranno sentire qualcosa di diverso di me al lavoro e ovunque io vada. Io sarò completamente libero dal reagire secondo le mie tendenze naturali di irritazione e orgoglio, permettendo alle persone di vedere l’opera che Dio è riuscito a fare in me, glorificando lui!

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Cosa significa essere un cristiano

Scritto da Elias Aslaksen

Essere un cristiano è una vita molto più profonda del semplice chiedere a Gesù di entrare nel tuo cuore e credere nel perdono dei peccati. È una vita di sviluppo e crescita nelle cose di Cristo. Questo opuscolo presenta in modo molto chiaro e semplice le basi di una vita cristiana.