Ottenere la vera gioia nei nostri cuori

Non sono le cose a cui pensiamo naturalmente a recarci gioia …

Scritto da Steve Lenk
Ottenere la vera gioia nei nostri cuori

La felicità è qualcosa che tutte le persone cercano e desiderano. Sfortunatamente la maggior parte la cerca nei beni, nei titoli e nelle esperienze terrene. Non capiscono che l’unica vera gioia si trova alla presenza del Signore: “Tu m’insegni la via della vita; ci sono gioie a sazietà in tua presenza; alla tua destra vi sono delizie in eterno.” Salmi 16:11.

I nostri corpi sono fatti da questa terra, e per natura siamo attratti da ciò che è terreno. Tuttavia, Dio ha fatto in modo che non siamo mai veramente felici fino a quando non entriamo in contatto con lui. Lo scrittore della lettera agli Ebrei dice, “Non ci sottometteremo forse molto di più al Padre degli spiriti per avere la vita?” Ebrei 12:9.

Dove trovare la vera soddisfazione

“C’è una via che all’uomo sembra diritta, ma essa conduce alla morte.” Proverbi 14:12. Ai nostri sensi sembra giusto cercare i piaceri nel regno terreno, ma abbiamo molti esempi di persone che hanno molti tesori di questo mondo e che non sperimentano mai la vera gioia. Per natura, in realtà abbiamo le cose al contrario. Dobbiamo sottometterci al nostro Padre celeste, e “Se dunque siete stati risuscitati con Cristo, cercate le cose di lassù dove Cristo è seduto alla destra di Dio.”  Colossesi 3:1. Troveremo la vera soddisfazione alla destra di Dio.

Lì impariamo a mettere a morte il nostro “ciò che in voi è terreno: fornicazione, impurità, passioni, desideri cattivi e cupidigia, che è idolatria. Colossesi 3:5. Gesù, attraverso lo Spirito, ci insegna a mettere a morte proprio quelle cose che noi esseri umani pensiamo ci porteranno gioia. Sperimentiamo ciò su cui i profeti e gli uomini di una volta desideravano indagare: “Essi cercavano di sapere l’epoca e le circostanze cui faceva riferimento lo Spirito di Cristo che era in loro, quando anticipatamente testimoniava delle sofferenze di Cristo e delle glorie che dovevano seguirle. 1 Pietro 1:11.

Ora che Gesù ha consacrato una “via nuova e vivente… attraverso la cortina, vale a dire la sua carne,” possiamo entrare alla presenza di Dio dietro la cortina. (Ebrei 10:19.) La caduta ha causato una separazione tra Dio e l’uomo, ma Gesù, il secondo Adamo, ha ripristinato questa connessione. Ora, come mai prima, possiamo sederci alla sua destra e fare dei nostri nemici nella carne il nostro sgabello. (Salmi 110.) Quando questi nemici saranno messi sotto i nostri piedi, entreremo sempre più in una vita di gioia. Per esempio, essere in grado di amare in una situazione che in passato ci aveva fatto sentire offesi, o aveva suscitato amarezza o ira, porta vera gioia nel cuore. Questa è la buona notizia del vangelo che è a disposizione di chiunque voglia rinunciare a tutto per una tale vita.


Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta con il titolo “Vera gioia” nel periodico Tesori Nascosti della BCC nel dicembre 2007.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

Potresti essere interessato a leggere di più nella nostra pagina tematica sulla felicità e la gioia, o negli articoli scelti qui sotto

 

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Una tale grande salvezza

Scritto da Sigurd Bratlie

L’apostolo che scrisse il libro di Ebrei la chiamò “una parola d’esortazione” Lo scopo di questo opuscolo è di ampliare ed estendere quella esortazione, portando fede e salvezza a tutti coloro che hanno una vocazione celeste. Tutti coloro che seguono l’esortazione della lettera agli Ebrei possono raggiungere questa grande salvezza.