Ecco come trovare la via d’uscita dalla tentazione

Dio ha una via d’uscita per noi in ogni singola tentazione. Ma non è scritto che la tentazione cessi …

Scritto da Vern Nicolette
Ecco come trovare la via d’uscita dalla tentazione

“Nessuna tentazione vi ha còlti, che non sia stata umana; però Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via di uscirne, affinché la possiate sopportare.” 1 Corinzi 10:13.

La via d’uscita

In 1 Corinzi 10:13 si parla del momento della tentazione e che Dio ci dà la via di uscirne, affinché la possiamo sopportare. Che speranza che abbiamo un Dio che misura ogni tentazione in modo da poterla sopportare! Dio ha una via d’uscita per noi in ogni singola tentazione. La via d’uscita è accostarci al trono della grazia e pregare per trovare grazia al momento opportuno; in altre parole, prima di cadere. Allora abbiamo la promessa di Dio che riceveremo la grazia, che è forza e aiuto al momento opportuno, in modo da poter restare in piedi dopo aver vinto ogni cosa. (Ebrei 4:16; Efesini 6:13)

In 1 Corinzi 10:13 non sta scritto che Dio ci dà una via d’uscita dalla tentazione in modo che la tentazione cessi; al contrario, ci dà la via d’uscita affinché possiamo sopportare la tentazione. Lui ci ha promesso la forza dello Spirito Santo per rafforzarci in modo che possiamo sopportare la tentazione. È lo stesso Spirito eterno che ha rafforzato Gesù nei giorni della sua carne, permettendogli di offrirsi a Dio come agnello senza difetti. (Ebrei 9:14.)

Una tale via d’uscita ci permette di evitare di dover subire la sconfitta nel momento della tentazione. Tuttavia, allora dobbiamo scegliere di soffrire nella nostra carne. Per natura, preferiamo evitare di dover soffrire nella carne, sperando che Dio ci dia una via d’uscita dalla tentazione e ci conduca fuori dalla tribolazione affinché cessi. Ma non è questo che è scritto. Nel vecchio patto Israele pensava così; di conseguenza, persero l’opportunità di entrare e conquistare la terra. Quando scelsero di prendere una via d’uscita dalla situazione che Dio aveva preparato per loro, scelsero pure di regalare una grande vittoria ai loro nemici. Quello che in realtà scelsero era di vagare nel deserto intorno ai loro nemici per quarant’anni.

Vai attraverso i vostri nemici!

Qual è il modo di girare attorno ai nostri nemici? Fino a quando scelgo di trovare una via d’uscita da una situazione che Dio ha preparato per me, scelgo di girare attorno ai miei nemici. Forse rimango in una situazione, ma finché scelgo di conservare pensieri negativi sugli altri, pensieri ingrati, pensieri che giudicano gli altri o che hanno pretese sugli altri, scelgo di camminare intorno ai miei nemici. La verità è che i miei nemici abitano nella mia carne, e questo non ha nulla a che fare con gli altri o con le circostanze della mia vita. Si presenta un capro espiatorio, una scusa, in modo che la carne stessa non debba soffrire, e quindi sentiamo questo grido dalla carne: “Il problema sono gli altri!” Quando io, per grazia di Dio, rifiuto di lasciare andare la mia mente a pensieri negativi, ingrati e giudicanti che hanno pretese sugli altri, allora vedo chiaramente che in realtà il problema è la mia carne. Allora vado attraverso i miei nemici nella terra promessa.

Non seguiamo l’esempio di Israele. Scegliamo piuttosto la via d’uscita di Dio nei momenti della tentazione, la via d’uscita affinché possa sopportare la tentazione e ricevere la forza per soffrire nella mia carne in modo da poter eliminare i miei nemici, finire con il peccato! (1 Pietro  4:1.) È ovvio che questo produce una breve e momentanea sofferenza. (2 Corinzi 4:17-18) Ma questo è il momento in cui riesco a smettere di peccare! Questo è quando ho chiuso con i miei nemici, quando ho finito di soffrire sotto la loro tirannia, invece di camminare intorno a loro, anno dopo anno, senza fine. Quale sofferenza è maggiore, secondo te? L’apostolo ci esorta che “dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni”. Atti 14:22. Sì, attraverso molte tribolazioni, non intorno a molte tribolazioni. Poi entriamo nel regno che è pieno di giustizia, pace e gioia nello Spirito Santo.

Che Dio ci rafforzi potentemente affinché scegliamo la via d’uscita nel momento della tentazione che passa attraverso le tribolazioni, non intorno a loro. Dio ha fatto di questa via d’uscita, una via d’uscita da ogni ingiustizia, inquietudine e infelicità! Beati tutti quelli che ne fanno uso.

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta con il titolo “La via d’uscita dalla tentazione” sul periodico Tesori Nascosti della BCC nel giugno 2014.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

Leggi ancora sul vincere la tentazione nella nostra pagina tematica su tentazione e peccato, o nei seguenti articoli selezionati:

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

Il nuovo patto e il mistero dell’iniquità

Scritto da Sigurd Bratlie

Il nuovo patto è un patto personale che facciamo con Dio, nel quale ci impegniamo a ubbidire a tutta la sua volontà e in cambio lui si impegna a darci tutto ciò di cui abbiamo bisogno per questo fine. Il mistero dell’iniquità è che la maggior parte delle persone elimina con spiegazioni questa parte della grazia che Gesù ci ha consegnato e invece cambiano la grazia di Dio in una licenza a peccare.