Come ho scoperto cosa contasse veramente nella mia vita

“Questo è il giorno.” Il giorno in cui ho capito cosa mi ero persa.

Scritto da Lori Janz
Come ho scoperto cosa contasse veramente nella mia vita

“Questo è il giorno.”

Questo è il giorno in cui mi sono svegliata con una ferma decisione … Una decisione di rallegrarmi e di non cedere a pensieri pesanti.

Cosa mi mancava?

Ieri ho avuto una giornata un po’ emotiva.  La mia malattia fisica ha degli alti e bassi; ho giorni buoni e giorni brutti. Ho avuto un periodo abbastanza discreto in cui mi sentivo abbastanza bene e poi all’improvviso – non è andata più così. È come se adesso le attività quotidiane richiedano il doppio del tempo o anche di più, e alcune non riesco nemmeno a portarle a termine. Quindi ieri ho avuto paura che non avrei mai più avuto giorni migliori e che i miei impegni sarebbero stati sempre difficili per me. Ho avuto la sensazione di essere inutile e di vivere invano.

Così ho pregato affinché potessi essere grata e che Dio potesse aiutarmi ad essere semplicemente felice. Lui mi ha dato la forza di superare il resto della giornata, cosa che fa sempre quando prego. Ma dentro mi sentivo piuttosto depressa. Cosa mi mancava?

Mi sono svegliata nel cuore della notte, come faccio di solito, ma questa volta ho pregato fortemente che Dio mi desse un versetto che mi avrebbe aiutato davvero, perché volevo liberarmi completamente dal lasciare che le emozioni avessero la meglio su di me. Ero malata e stanca di questo! Volevo che Satana smettesse di mettere pensieri negativi nella mia testa e non volevo fare più affidamento sulle mie forze, perché sapevo che le cose sarebbero finite male così facendo! Gli ho anche detto che volevo riporre tutta la mia fiducia in Lui, non solo un po’, ma al 100%.

Un versetto di Dio

E poi Dio mi ha dato questo versetto: “Del resto, fratelli miei, rallegratevi nel Signore. Io non mi stanco di scrivervi le stesse cose, e ciò è garanzia di sicurezza per voi.” Filippesi 3:1.

Questo versetto mi ha riempito di felicità. Ora vedo che c’è una luce alla fine del mio tunnel. Cosa significa rallegrarsi nel Signore? Credere veramente e rimanere nel pieno riposo, nella consapevolezza che Lui farà un’opera in me e che posso fidarmi di Lui che tutto andrà per il meglio. Questo è ciò che mi dà grande gioia! Quindi oggi ho promesso a Dio che mi rallegrerò in Lui e avrò fiducia in Lui.

Questa è una grande opportunità. In realtà sono incredibilmente fortunata! È pesante e noioso per me preoccuparmi del domani o dispiacermi o sentirmi inutile. Sento che Dio mi ha sollevato da un peso sulle spalle. Mi ha ricordato che ascoltarlo e confidare in lui è una sicurezza. Questo è ciò che definisco pace. E proprio questo è il mio scopo nella vita.

Il mio scopo nella vita

Non importa cosa realizzo nelle mie situazioni quotidiane. Se le cose richiedono molto più tempo, va bene. Non porterò la mia casa con me in paradiso (pulita o meno) o il bucato perfettamente piegato. Niente di tutto questo importa. Ciò che conta è che Gesù è la mia ancora e che posso diventare perfetta proprio come Lui! Il mio scopo è che un giorno mi voglia proprio lì accanto a Lui e tutto quello che devo fare è ascoltarlo come mia guida e seguirlo. Devo usare queste situazioni quotidiane per trovare le cose che devono essere eliminate dalla mia carne e vincerle. Questo è il punto! Se in queste situazioni imparo ad avere pace, riposo, pazienza, longanimità, ecc., allora ho realizzato esattamente ciò che Dio voleva che facessi nel mio giorno! E questo mi rende estremamente felice, non solo per me stessa, ma la mia famiglia potrà provare gioia grazie a me.

Un altro versetto che mi è stato di conforto è, “Io ti celebrerò, perché sono stato fatto in modo stupendo. Meravigliose sono le tue opere, e l’anima mia lo sa molto bene.” Salmi 139:14. Dio non ha commesso errori e mi ha fatto esattamente in questo modo, in modo che possa compiere in me l’opera che deve essere compiuta. Queste situazioni sono fatte su misura per me affinché diventi conforme all’immagine di Cristo. Lui mi ama davvero.

E quando mi sveglio nel cuore della notte e non riesco a dormire, posso usare quel tempo per stare con il mio Dio, e diventa un momento molto speciale. Posso pregare e posso leggere nella sua parola ed essere veramente fortificata nel mio spirito. Lui è davvero il mio migliore amico.

“Questo è il giorno che il SIGNORE ci ha preparato; festeggiamo e rallegriamoci in esso.” Salmi 118:24. Questo è il giorno per me. L’inizio dei giorni in cui posso davvero gioire perché nessuno mi ama come il mio caro Dio e il mio caro Gesù!

Potresti essere interessato a saperne di più sulla nostra pagina tematica sulla vita e lo sviluppo cristiano, o nelle selezioni seguenti: