InformazioniContatto
Sta caricando

Il regalo più grande che sia mai stato fatto

Un cartello che ho visto sulla via del lavoro mi ha fatto pensare al primo Natale a Betlemme.

“Poiché un bambino ci è nato, un figlio ci è stato dato, e il dominio riposerà sulle sue spalle; sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre eterno, Principe della pace.” Isaia 9:6.

Oggi, mentre andavo al lavoro, ho visto un cartello. Diceva: "Il primo Natale è stato abbastanza semplice e va bene che anche lo sia il tuo." Mi ha fatto riflettere su quel primo Natale a Betlemme, quando è nato Gesù.  Era davvero semplice: c’erano gli animali e i pastori ad accogliere questo bambino nel mondo. Sono sicura che avevano percepito che ci fosse qualcosa di veramente speciale in quella notte. Ma non credo che capissero che la nascita di questo piccolo bambino sarebbe stato il più grande dono che sia mai stato fatto.

Isaia predisse la nascita di Gesù e molte persone aspettavano la sua apparizione. Si aspettavano che quando sarebbe venuto avrebbe stabilito un regno potente, per liberarli dai loro oppressori e per portare un'era di prosperità. Così, quando nacque in un'umile stalla, non se ne accorsero.

Gran parte della vita di Gesù era probabilmente così - lavorare semplicemente con Giuseppe nella falegnameria, aiutare sua madre, crescere con la sua famiglia. Eppure, in quei giorni di crescita, Gesù imparò a servire gli altri in tutto. Non cercò la grandezza o l'onore. Lui fece sempre la volontà di Dio, mai la sua. La sua vita era così contraria a tutto ciò che noi esseri umani consideriamo "grande". Era gentile e umile di cuore ed è stato proprio umiliando sé stesso e servendo che è diventato il nostro Salvatore e tutte le altre cose che aveva promesso Isaia - Ammirabile, Consigliere, Principe della pace... (Matteo 11:29; Filippesi 2:7-8).

Per saperne di più leggi qui: Cosa c'é in un nome? Cosa ci dicono i nomi meravigliosi di Gesù

Per tutta la sua vita, nessuno ha capito veramente l'incredibile dono che è stato Gesù. Anche i suoi migliori amici litigavano su chi si potesse sedere al suo fianco quando avrebbe ottenuto il suo regno. (Matteo 20:20-23.) Solo dopo che fu crocifisso, e che ricevettero lo Spirito Santo, capirono l'incredibile sacrificio che Gesù aveva fatto per tutta l'umanità. E non solo, ma che potevano seguire le sue orme e diventare servitori degli altri anche loro! Allora capirono che il suo regno non era di questo mondo e che Lui e suo Padre avevano pianificato qualcosa ben oltre ciò che avevano immaginato. (Giovanni 18:36.)

Il grande dono di Gesù è stato che ci ha liberati dai nostri peccati e che ha inaugurata una via affinché anche noi potessimo vincere il peccato nella nostra carne. Anche noi possiamo imparare a mettere tutto ciò che è di "noi stessi" sulla croce, in modo da poter servire gli altri come fece Gesù.

Sono davvero grata che quest'anno, anche se forse il Natale non sarà quello di una volta, è possibile ricordare il più grande regalo che sia mai stato fatto!  E non solo ricordare Lui, ma seguirlo sulla via dell'umiltà. Allora anch'io posso servire gli altri intorno a me. Ho tutte le opportunità per benedirli e indirizzarli a Lui.

Potresti esere interessato a
Questo post è disponibile in

Se non indicato diversamente, le scrittura sono riprese da La Nuova Riveduta®. Tutti i diritti riservati.

CristianesimoAttivo® della Brunstad Christian Church ha l'obbiettivo di mostrare come la parola di Dio ci rende capaci di vivere una vita al 100% in accordo con la sua volontà, in modo che non dobbiamo più cadere nel peccato, ma possiamo giungere ad una vita di vittoria.
Approfondisci su CristianesimoAttivo
Seguici
Contenuto esclusivo
Sta caricando
Termini di utilizzo: Ad eccezione dell'uso personale, è vietata la riproduzione e distribuzione di contenuti dal sito web CristianesimoAttivo senza la preventiva autorizzazione scritta. © bcc.media foundation