La meravigliosa luce di Dio

La meravigliosa luce di Dio

La parola di Dio ci porta calore e una meravigliosa luce che ci fa rinascere, crescere e sviluppare in lui.

5 min ·

«Ma voi siete una stirpe eletta, un sacerdozio regale, una gente santa, un popolo che Dio si è acquistato, perché proclamiate le virtù di colui che vi ha chiamati dalle tenebre alla sua luce meravigliosa; voi, che prima non eravate un popolo, ma ora siete il popolo di Dio; voi, che non avevate ottenuto misericordia, ma ora avete ottenuto misericordia.» 1 Pietro 2:9-10.

L’oscurità: è la condizione di una persona che non è rinata

«Nel principio Dio creò i cieli e la terra. La terra era informe e vuota, le tenebre coprivano la faccia dell'abisso e lo Spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque.» Genesi 1:1-2.

La terra era desolata e vuota e c'era una grande oscurità. Così è anche con un uomo che non è nato di nuovo. «Questo dunque io dico e attesto nel Signore: non comportatevi più come si comportano i pagani nella vanità dei loro pensieri, con l'intelligenza ottenebrata, estranei alla vita di Dio, a motivo dell'ignoranza che è in loro, a motivo dell'indurimento del loro cuore. Essi, avendo perduto ogni sentimento, si sono abbandonati alla dissolutezza, fino a commettere ogni specie di impurità con avidità insaziabile.» Efesini 4:17-19.

«Non c'è nessun giusto, neppure uno. Non c'è nessuno che capisca, non c'è nessuno che cerchi Dio. Tutti si sono sviati, tutti quanti si sono corrotti. Non c'è nessuno che pratichi la bontà, no, neppure uno». Romani 3:10-12.

Qui vediamo la necessità di una profonda salvezza. Che cosa ha fatto Dio in principio con la terra desolata, vuota e oscura?

La parola di Dio crea luce e calore che fanno crescere

«Dio disse: «Sia luce!» E luce fu. Dio vide che la luce era buona; e Dio separò la luce dalle tenebre.» Genesi 1:3-4.

Dopo che Dio aveva fatto questo, la terra non era più desolata e vuota. La luce di Dio aveva dato anche calore. Leggiamo ancora in Genesi 1:12: «La terra produsse della vegetazione, delle erbe che facevano seme secondo la loro specie e degli alberi che portavano del frutto avente in sé la propria semenza, secondo la loro specie. Dio vide che questo era buono.»

Dio fa la stessa cosa con l’uomo che vive nelle tenebre e che è nel bisogno. Davide lo testimonia molto bene nel Salmo 40:1-3: «Ho pazientemente aspettato il SIGNORE, ed egli si è chinato su di me e ha ascoltato il mio grido. Mi ha tratto fuori da una fossa di perdizione, dal pantano fangoso; ha fatto posare i miei piedi sulla roccia, ha reso sicuri i miei passi. Egli ha messo nella mia bocca un nuovo cantico a lode del nostro Dio. Molti vedranno questo e temeranno, e confideranno nel SIGNORE.»

Paolo si trovava in una notte molto buia quando andò a Damasco, ma durante il tragitto fu irradiato da una potente luce dal cielo. (Atti 9:3). Dopodiché ci fu un nuovo Paolo, e lui dice: "Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove." 2 Corinzi 5:17. Il vecchio uomo acido, così pieno di critiche, accuse, scoraggiamento, invidia, pretese e altro è scomparso. "Questa è opera del SIGNORE, è cosa meravigliosa agli occhi nostri." Salmi 118:23.

I risultati della meravigliosa luce di Dio

Molti di noi possono confermare l'esperienza di una tale nuova nascita. Riceviamo gli occhi illuminati del cuore e possiamo vedere chiaramente a quale speranza siamo chiamati e quanto ricca di gloria sia la sua eredità tra i santi e quanto sia travolgente la sua potenza per noi che crediamo. Questo potere ci dà l'opportunità di vincere ogni peccato e di sperimentare veramente che la speranza nella natura divina non delude. (Romani 5:5.)

La luce di Dio riscalda anche i nostri cuori, cosicché possiamo portare in abbondanza i frutti dello Spirito. (Galati 5:22.)

«Perché il Dio che disse: «Splenda la luce fra le tenebre» è quello che risplendé nei nostri cuori per far brillare la luce della conoscenza della gloria di Dio, che rifulge nel volto di Gesù Cristo.» 2 Corinzi 4:6.

Un tale splendore delle virtù di Cristo è molto gradito a Dio, al nostro partner, ai nostri figli e alla fratellanza. Camminiamo veramente nella luce affinché il sangue di Gesù possa purificarci da ogni peccato che scopriamo nella luce. (1 Giovanni 1:7.) Camminando nella luce resistiamo al peccato finché scorre il sangue, e quando il sangue è fluito, sopravviene la morte sul peccato. Non c'è purificazione più profonda della morte.

«Poiché dunque Cristo ha sofferto nella carne, anche voi armatevi dello stesso pensiero, che cioè colui che ha sofferto nella carne rinuncia al peccato.» 1 Pietro 4:1.

Sia lodato Dio che ci ha chiamati dalle tenebre alla sua meravigliosa luce!

L'articolo è stato pubblicato nella rivista "Skjulte Skatter" (Tesori Nascosti) nel maggio 2006.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag | ActiveChristianity

Questo post è disponibile in

Se non indicato diversamente, le scrittura sono riprese da La Nuova Riveduta®. Tutti i diritti riservati.