Passa al contenuto

Scelto da Dio: Per cosa siamo stati scelti?

Siamo il popolo eletto di Dio da prima della fondazione del mondo. Lo credi? Lo vivi?
Chosen by God

Quando Paolo scrisse la sua lettera alla chiesa di Efeso, cominciò sottolineando che erano stati scelti da Dio prima della fondazione del mondo! Questo è un lavoro e uno sviluppo a cui anche noi siamo chiamati a partecipare. Questo lavoro produrrà frutti nella nostra vita. (Efesini 1:1-15)

Credere di essere stati scelti da Dio è una parte importante e fondamentale della nostra fede; come pure che Dio, che ci ha chiamati, è anche potente da compiere l’opera che ha iniziato in noi.

Dio certamente non chiama e sceglie qualcuno a caso. È stato ordinato da Dio prima della fondazione del mondo ed è stato reso possibile adesso durante il tempo di grazia in Cristo Gesù, dalla sua vita, la sua morte e resurrezione. In lui abbiamo il perdono dei peccati (v. 7), e possiamo crescere e migliorarci attraverso la grazia che ci è stata data abbondantemente in ogni sapienza e comprensione (v. 8).

Scelto da Dio per una nuova e migliore speranza

C’è una enorme speranza in Cristo Gesù, una speranza nuova e migliore per noi che eravamo nati e ridotti in schiavitù dal nostro stesso peccato. Il peccato che abbiamo ereditato, che ha seguito l’umanità attraverso le generazioni, è stato la causa di tanta angoscia e inimicizia tra le persone.

Ora c’è la speranza di uscire dal peccato ed entrare in una vita di vittoria sul peccato dal quale eravamo precedentemente legati. Possiamo entrare in una vita completamente nuova in cui reagiamo con le virtù di Cristo invece che con la nostra volontà e l’inimicizia a cui conduce. Invece di avere pretese, possiamo essere grati; invece di maledire, possiamo benedire, ecc.

Non c’è chiamata più grande per noi che essere chiamati dal cielo, da Dio stesso! Non c’è vita più grande o migliore da vivere che vivere una vita per Dio. Pensa a quanto sia incredibile poter essere parte dello sviluppo e dell’opera che Dio sta facendo nel suo popolo in questo tempo di grazia. Ogni persona che sente la chiamata di Dio nel suo cuore dovrebbe perseguire con tutto il cuore quella chiamata e l’elezione che Dio ci ha dato in Cristo.

Scelti per essere discepoli di Gesù

Dio non si chiede quale sia il nostro passato, quale sia la nostra famiglia di origine o cosa possiamo realizzare da soli. Ci chiama ad essere i discepoli di Gesù. Lui può fare un lavoro nei discepoli, e quel lavoro inizia quando attraversiamo la porta del discepolo, dimenticando tutto ciò che è di noi stessi e dando il nostro cuore e la nostra vita a Dio. Questo continua per tutta la nostra vita se viviamo come scrive Paolo in Galati 2:20: “Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me! La vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio il quale mi ha amato e ha dato se stesso per me.” Questa è una grande opera di Dio in cui entriamo quando siamo un sacrificio completo e non viviamo più per noi stessi.

In questo tempo di grazia in cui viviamo, Dio ci dà tutto ciò di cui abbiamo bisogno per la vita e la pietà, per ora e per tutta l’eternità. (1 Pietro 1:3-4) Dio si occupa di noi e ci corregge affinché più di questa gloria, più delle virtù possano diventare vita in noi. (Efesini 1:5-11; Ebrei 12:11)

Scelti per una salvezza più profonda

Ci vuole tempo per essere salvati completamente. Ci vuole tempo per portare avanti una pienezza di questa nuova creazione. Per questo dobbiamo sfruttare il tempo e le opportunità che Dio ci concede. Tutto ciò che Dio ci manda sulla nostra strada è destinato a servirci per una salvezza più profonda.

Siamo resi consapevoli della nostra propria vita attraverso le tribolazioni. La nostra propria vita è il peccato che abita nella nostra carne, che abbiamo ereditato. (1 Pietro 1:18-21) Quando vediamo la nostra propria vita, dobbiamo umiliarci e riconoscerla, non giustificandoci e eliminandola con spiegazioni, continuando a vivere per noi stessi. Solo riconoscendo la verità su noi stessi possiamo essere salvati fino all’estremo (Ebrei 7:25). Questa è una grande liberazione che ci fa gioire in tutte le circostanze della vita.

È estremamente promettente e gratificante servire Dio! Ed è possibile per tutti coloro che afferrano la loro vocazione celeste e credono nella forza creatrice che è in Dio. Dio può compiere un’opera gloriosa e creativa in queste persone che sono fedeli alla loro vocazione. Non trovo questa gloriosa opportunità in me stesso, in altri luoghi o in altre fonti. Non considerare il passato o da dove vieni, ma tieni fede al potere e all’aiuto che Dio ci ha dato attraverso il vangelo. È qui dove si trovano tutte le benedizioni spirituali in Cristo, per coloro che gli obbediscono! (Ebrei 5:9)


Questo articolo è stato tradotto dal norvegese ed è stato pubblicato per la prima volta con il titolo “Scelto da Dio” nel periodico della BCC Skjulte Skatter (Tesori Nascosti) nel giugno 2016.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

Potresti essere interessato a leggere di più sulla nostra pagina tematica sulla nostra vocazione, o nei seguenti articoli:

Ciò a cui è chiamato un discepolo

Tu sei l’opera di Dio, creata in Cristo Gesù

Insegnamenti chiave

Scopri come la Parola di Dio ci sfida e ci rende capaci di vivere una vita al 100% in accordo con la sua volontà, in modo che non dobbiamo più cadere nel peccato, ma possiamo giungere a una vita di vittoria.

Scarica ebook gratis

Una tale grande salvezza

L’apostolo che scrisse il libro di Ebrei la chiamò “una parola d’esortazione” Lo scopo di questo opuscolo è di ampliare ed estendere quella esortazione, portando fede e salvezza a tutti coloro che hanno una vocazione celeste. Tutti coloro che seguono l’esortazione della lettera agli Ebrei possono raggiungere questa grande salvezza.

Seguici