Se camminiamo nella luce: comunione nel corpo di Cristo

Se camminiamo nella luce: comunione nel corpo di Cristo

L'amore nello Spirito è la forza legante nel corpo di Cristo in terra.

"Ma se camminiamo nella luce, com'egli è nella luce, abbiamo comunione l'uno con l'altro, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato." 1 Giovanni 1, 7.

Comunione nel corpo di Cristo

Se camminiamo nella luce abbiamo comunione l'uno con l'altro e stiamo benissimo. Allora Satana è schiacciato sotto i nostri piedi e regna l'amore.

Ma ci vuole una grande vigilanza per custodire la comunione dello spirito e la luce e l'amore. Un poco di invidia, un poco di sospetti verso un fratello, un poco di carenza di amore e maldicenza bastano per liberare Satana. E poi lui si cura di distruggere il buon rapporto. Per questo ognuno di noi deve essere attivo nel tenere Satana sotto i nostri piedi. Se lo facciamo, allora il Dio della pace stritolerà Satana sotto i piedi della chiesa. (Romani 16, 20).

Su questo c'è molto da dire e non è facile scrivere a riguardo, ma se ognuno di noi si adopera per custodire puro il comandamento di Cristo (1. Timoteo 6, 14), allora diventerà per noi una "Linea Sigfried" nella lotta contro le potenze spirituali maligne.

Il comandamento di Cristo e una carne crocefissa ci legheranno assieme mediante la fedeltà e l'amore per il Padre e il Figlio nella forza dello Spirito Santo, in un'unità incrollabile nel corpo di Cristo. Questa è la chiesa, dove un membro aiuta l'altro con ogni legame che lui dà, e cresce nel suo sviluppo come corpo per la sua edificazione nell'amore, tutto secondo l'opera commisurata a ciascuno (Efesini 4, 16).

Un membro solo non è tutto il corpo, ma lo sono i tanti membri. E Dio ha composto il corpo così come lui voleva, affinché impariamo a sopportarci l'un l'altro e riceviamo l'aiuto l'un dall'altro nella misura in cui la grazia e il dono di Cristo commisura ad ognuno per l'edificazione interiore.

Comandamenti nel corpo di Cristo

Ma quando arriva Satana, vengono le divisioni. L'aiuto interiore mediante ogni membro viene spezzato e il corpo si viene a trovare in disordine. Questo può essere evitato se ogni membro preferisce soffrire invece che peccare. Nel giro di cinque minuti puoi dire così tante cose brutte, tanto che cinque anni non riescono a guarire la comunione spezzata e ricreare il rapporto di fiducia.

Le assemblee cristiane che non conoscono questa gloriosa comunione dello spirito, non conoscono nemmeno i comandamenti santi nel corpo, perché non si é ancora formato alcun corpo. Si riuniscono per le assemblee e si separano come persone che si conoscono solo secondo la carne. Una tale conoscenza e incredibilmente magra. Paolo dice: "Se anche abbiamo conosciuto Cristo da un punto di vista umano, ora però non lo conosciamo più così" 2. Corinzi 5, 16. Conoscere il Signore, significa essere un solo spirito con lui. Ed è l'amore nello Spirito ad essere la forza legante nel corpo di Cristo in terra.

Impariamo dunque a camminare degnamente nella chiesa vivente di Dio, il corpo di Cristo.

L'articolo è stato pubblicato la prima volta col titolo «Se camminiamo nella luce!» nella rivista «Skjulte Skatter» (Tesori Nascosti) nell'aprile 1940. Il linguaggio è stato un poco modernizzato.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag | ActiveChristianity

Questo post è disponibile in

Se non indicato diversamente, le scrittura sono riprese da La Nuova Riveduta®. Tutti i diritti riservati.