Passa al contenuto

Solo per la grazia di Dio!

È la vera grazia che ci rende degni di camminare con Gesù in vesti bianche.
The grace of God

L’espressione “Solo per la grazia di Dio” è molto usata tra i credenti, così come “Tutto è per grazia di Dio.” Quello che le persone intendono con queste espressioni può variare molto.

La comprensione comune è che siamo peccatori e rimarremo peccatori e se crediamo nella morte di Gesù per noi, otterremo la gloria del cielo per pura grazia quando moriremo.

Loro non credono che Gesù stia facendo un lavoro in noi e attraverso di noi, di modo che saremo degni di camminare con Lui in bianche vesti. (Apocalisse 3:4) Pensano che se fosse così, allora non sarebbe grazia.

La grazia di Dio non è vana

Questa fede e questo atteggiamento sono completamente falsi. Nessuno arriva ad una vita vittoriosa se non per la grazia di Dio, perché è la sua grazia che ci fa vivere moderatamente, giustamente e in modo santo nel mondo attuale. (Tito 2:11-12) Perciò la persona che raggiunge una tale vita, la raggiunge soltanto mediante la grazia di Dio e non con le proprie forze. Lui può dire veramente, “Tutto è per grazia di Dio.” Per gli altri, la grazia di Dio è vana.

Quando Abramo e Sara ricevettero Isacco, poterono dire, “Solo per la grazia di Dio.” Se lo avessero ricevuto prima, quando avevano ancora speranza, naturalmente parlando, non sarebbe stato glorificato Dio; tuttavia, Dio non dona la sua gloria a un altro.

Questo vale anche per coloro che vogliono vivere una vita di vittoria sul peccato. Devono essere prima abbattuti per poter diventare inutili ai propri occhi. Che cosa significa? Che deve diventare assolutamente chiaro che non abbiamo la forza in noi per vivere questa vita. La maggior parte delle persone deve scoprirlo provando e cercando di vincere il peccato e di resistere alla tentazione senza rinunciare completamente a tutto di se stessi e rendendosi conto che non c’è speranza. Questo periodo è necessario affinché ci rendiamo conto di quanto abbiamo bisogno della grazia di Dio per vincere il peccato.

La maggior parte delle persone non capisce questo periodo di demolizione; piuttosto perde il coraggio e si arrende. Abramo non venne meno alla fede quando considerò che per le leggi della natura era impossibile per lui e Sara avere un figlio nella loro tarda età. (Romani 4:19) Lui comprese che se non fosse stato per la grazia di Dio, la gloria non sarebbe appartenuta solo a Dio; perciò doveva andare in questo modo.

Quando una persona perde il coraggio durante questa fase di abbattimento, non crede soltanto in Dio, ma crede in una sorta di combinazione della forza di Dio e della sua. Allora Dio non lascerà che riesca, perché allora non è tutta grazia. Se è tutto per grazia di Dio, allora è anche tutta vittoria. Perché dove il peccato è abbondato, la grazia è sovrabbondata. (Romani 5:20) “Infatti il peccato non avrà più potere su di voi; perché non siete sotto la legge ma sotto la grazia.” Romani 6:14.

Ciò che era impossibile diventa possibile

Il potere di Cristo può dimorare in noi

Quando una persona cade nel peccato, questo avviene perché è forte in se stessa. Lui pretende e insiste. Quindi non è sotto la grazia, ma sotto la legge. In questo caso, Dio deve abbatterlo prima affinché diventi debole. Allora il potere di Cristo può dimorare in lui. “Perché, quando sono debole, allora sono forte.” 2 Corinzi 12:9-10. In seguito, la grazia di Dio può ottenere il potere su di noi. La grazia e il peccato non possono avere il potere su di noi allo stesso tempo, poiché la grazia è molto più forte del peccato.

Paolo era stato così abbattuto da far sì che il potere di Cristo potesse dimorare in lui, e Cristo avrebbe potuto ricevere tutta la gloria per tutto quello che faceva Paolo. Paolo sapeva che se aveva faticato più di tutti gli altri era per la grazia di Dio.  (1 Corinzi 15:10) Quando Paolo aveva combattuto il buon combattimento, finito la corsa, conservato la fede ed era in attesa della corona di giustizia che il Signore, il giusto giudice, gli avrebbe assegnato, sapeva che era tutto solo per la grazia di Dio.  (2 Timoteo 4:7-8) Cristo era sempre glorificato nel suo corpo, sia con la vita sia con la morte. (Filippesi 1:20)

È questa vera grazia che ci rende degni di camminare con Gesù in vesti bianche. Che molte persone possano essere purificate e liberate dalla falsa grazia, che li deruba di questa gloriosa vita vittoriosa. (Giuda 3-4)


Questo articolo è stato tradotto dal norvegese ed è stato adattato dall’articolo intitolato “Solo per grazia” pubblicato per la prima volta nel periodico della BCC Skjulte Skatter (Tesori Nascosti) nell’agosto del 1961.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

Potresti essere interessato a leggere di più sul nostro sulla pagina temtatica sulla grazia.

Insegnamenti chiave

Scopri come la Parola di Dio ci sfida e ci rende capaci di vivere una vita al 100% in accordo con la sua volontà, in modo che non dobbiamo più cadere nel peccato, ma possiamo giungere a una vita di vittoria.

Scarica ebook gratis

La grazia in Gesù Cristo

“Quando si pensa alla grazia si pensa perlopiù al perdono. E poiché tutti abbiamo peccato, tutti abbiamo bisogno della grazia.” Sigurd Bratlie apre con queste parole questo opuscolo. Tuttavia, continua col descrivere a fondo che la grazia che è in Cristo Gesù significa molto di più del perdono. Significa anche verità e aiuto. Ci insegna a non peccare, in modo che possiamo essere completamente liberi per vivere una vita di vittoria che conduce a perfezione.

Seguici