This website uses cookies to recognize repeat visits and preferences, to provide social media features and to analyze traffic. By clicking “I Accept,” or by using our site, you consent to the use of cookies and our Terms of Use.
Tenersi saldi alla fede anche quando la vita sembra "cadere a pezzi"

Tenersi saldi alla fede anche quando la vita sembra "cadere a pezzi"

Questa è la mia storia, una storia di fede

Bene, quindi questa è la mia storia, una storia di fede. Una storia in cui una volta ho parlato in fede su come sarebbe stata la mia vita. E una storia che è finita proprio come avevo detto.

Una testimonianza di fede

Ero a un punto di svolta nella mia vita. Per quanto mi possa ricordare, ho sempre avuto un grande amore per Dio, ma mi sentivo come se continuassi a venir meno in quasi ogni aspetto della mia vita cristiana. Poi, quando ho compiuto 18 anni, ho avuto l'opportunità di trasferirmi lontano da casa. Ho vissuto un buon anno in una comunità con molti altri credenti e persone che amano Dio di tutto cuore. Questo mi ha fatto una grande impressione e, col passare del tempo, sono rimasto profondamente colpito dalle vite che ho visto loro vivere e sapevo di volere lo stesso: una vita in pace e nel riposo e piena di gioia in tutte le circostanze della vita.

Poi un giorno in chiesa, abbiamo sentito parlare dei pensieri di Dio verso di noi. (Geremia 29:11). Siamo stati incoraggiati a venire avanti e a parlare in fede - profeticamente - di come sarebbe andata la nostra vita d'ora in poi. (Ezechiele 37:1-14). Tremavo, avevo le mani sudate e avevo paura di andare avanti a testimoniare. Ma nel profondo dentro di me qualcosa di veramente potente mi diceva che non testimoniare sarebbe stato come non credere - e come sarebbero andate le cose allora? Quindi, tremando, sono andato avanti per testimoniare e ho detto in fede: “Indipendentemente da cosa verrà sulla mia via, riporrò sempre la mia fiducia in Dio. Lui trasformerà la mia vita e qualunque cosa accada rimarrò nella chiesa del Dio vivente."

Queste erano parole forti, ma erano parole date da Dio in quel momento, quindi avevo fede che fossero vere.

Una fede provata

Non molto tempo dopo mi sono dovuto trasferire in un'altra città. Non ci è voluto molto perché si presentassero prove molto difficili. La depressione mi ha colpito molto duramente. Ho passato mesi e mesi con pochissime interazioni sociali e per di più la mia situazione familiare è diventata estremamente difficile. Ho dovuto affrontare molte esperienze che mi hanno causato molto dolore.

Col passare dei giorni, le cose non sembravano migliorare e ho toccato il fondo. Ma è stato in quel momento che "la mia bocca è stata cacciata nella polvere" che ho trovato un pizzico di speranza. (Lamentazioni 3:29). In mezzo a tutto questo, ho scelto di credere. Non mi sentivo bene, ma amavo così tanto Dio che credevo veramente in lui e che "tutte le cose cooperavano al mio meglio." (Romani 8:28). Quindi, nonostante il fatto che mi sentissi male per la mia situazione, ho preso la decisione consapevole di scegliere la fede e la speranza, anche quando sembrava che non ce ne fosse. (Romani 4:18.)

Un po' di tempo dopo, un amico scoprì la mia situazione e mi contattò per aiutarmi. In uno degli incontri cristiani a cui siamo andati ho sentito qualcosa che ha colpito nel segno. Parlavano dello spirito della profezia e di quanto sia potente. Poi ci hanno invitati a testimoniare in quello spirito. In quel momento ho ricordato quello che avevo testimoniato una volta. Sapevo che dovevo andare avanti e parlare di nuovo, perché mi ero reso conto che fino a quel momento, Dio aveva adempiuto quello che una volta avevo profetizzato! Credevo davvero che tutte le cose che stavo attraversando facessero parte del piano di Dio per trasformarmi.

Sempre di più mi mostrava che le mie situazioni esteriori non avevano importanza fintantoché prendevo le cose nel modo giusto. Dovevo vincere i miei pensieri su come dovesse essere la vita, confidando in Dio che la sua via per la mia vita è perfetta. Allora ho imparato a ringraziare per tutto, a pregare senza sosta, senza lamentele e senza desiderare o volere situazioni esteriori migliori, immaginando che mi avrebbero reso felice. E quando prendo Dio in parola, ricevo la vita che desideravo un tempo. Una vita di gioia interiore e riposo - la vita di Cristo. Questa era la trasformazione che stava facendo. Così mi sono alzato e ho parlato di nuovo in uno spirito di fede.

“Animati tuttavia da quello stesso spirito di fede di cui sta scritto: Ho creduto, perciò ho parlato, anche noi crediamo e perciò parliamo.” 2 Corinzi 4:13.

Una fede vivente

Ho scoperto che la fede non significa che mi devo sentire bene. La fede è semplicemente una decisione che prendo quando sono tentato: è credere nella parola di Dio e non nelle mie capacità, nei miei sentimenti e ragionamenti. È un'azione che mi porta nel riposo e alla pace. Non ha niente a che fare con i buoni sentimenti. Molte volte soffrivo e la mia anima era turbata. (Salmi 6:3; Giovanni 12:27.) Ero distrutto e dovevo fare affidamento esclusivamente su Dio per ottenere aiuto. Per molti giorni e notti non sono riuscito nemmeno a dormire. Ma non ho mai smesso di crederci. Ero fortemente tentato di dubitare, ma non ho ceduto. Quando, ad esempio, sono stato tentato da pensieri di invidia, disperazione o lamentela, ho gridato a Dio e Lui mi ha dato la forza di prendere prigionieri quei pensieri e di non lasciare che decidessero il mio futuro.

"Così la fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta viene dalla parola di Cristo." Romani 10:17. Quando ho iniziato a prendere la parola di Dio proprio come è scritta, mi sono reso conto che potevo parlare in fede anche a me stesso quando ero solo. Non ho bisogno di avere un predicatore con me tutto il giorno per ascoltare la parola di Dio. Ho la sua parola nella Bibbia. Così posso professare la sua parola ad alta voce ogni volta di nuovo, in modo che la fede entri nel mio cuore.

La mia battaglia contro lo sconforto, la depressione, lo scoraggiamento, l'invidia, l'autocommiserazione, la disperazione, ecc. non si è fermata da quando ho testimoniato per la prima volta. Ma ho scoperto che se mi concentro sulle cose di sopra, niente su questa terra potrà scuotere la mia fede.

Possiamo vincere tutte le cose per mezzo di Gesù e grazie alla parola della nostra testimonianza. (Apocalisse 12:11). È vero, questa è stata la mia esperienza. E d'ora in poi voglio parlare di fede a me stesso anche in altri settori della mia vita. Prima di tutto quando sono solo, ma anche quando gli altri sono intorno a me.

Se non indicato diversamente, le scrittura sono riprese da La Nuova Riveduta®. Tutti i diritti riservati.