Come posso essere un membro del corpo di Cristo?

Ogni membro del corpo di Cristo è prezioso. Come posso trovare e svolgere il mio ruolo?

Scritto da Heather Crawford
Come posso essere un membro del corpo di Cristo?

“Che siano tutti uno; e come tu, o Padre, sei in me e io sono in te, anch’essi siano in noi: affinché il mondo creda che tu mi hai mandato.” Giovanni 17:21.

È davvero possibile che tutti gli uomini sono tutti uno come ha detto Gesù qui – tutti membri di un unico corpo? Il mondo è così vario. Abbiamo culture, lingue, circostanze, personalità e interessi diversi. Com’è possibile che persone così diverse possano diventare una cosa sola, sicché l’amore ci spinga e ci sia pace tra di noi?

Nella sua preghiera Gesù parla di osservare la parola di Dio e di amare la verità. Quando penso a com’è il mio rapporto con gli altri, mi rendo conto di quanto spesso sia il peccato nella mia carne a farmi entrare in conflitto con gli altri. (Giacomo 4:1-2.) Anche se è solo nei miei pensieri e non litigo con qualcuno, forse l’irritazione si manifesta per qualcosa che è stato detto o fatto. O forse sono tentato a guardare qualcuno dall’alto in basso perché è diverso da me, o perché sembra meno “rispettabile.” Quando esamino questi pensieri con la parola di Dio, vedo che la verità è che spesso sono molto orgoglioso di me stesso. E se lascio che questi pensieri crescano, essi causano disordini e tensioni quando sono con gli altri. Se accetto il giudizio di Dio su queste cose nella mia vita e me ne purifico, posso avere pace con tutti gli uomini.

Siamo membri di un unico corpo

“Poiché, come il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, benché siano molte, formano un solo corpo, così è anche di Cristo.  Infatti noi tutti siamo stati battezzati in un unico Spirito per formare un unico corpo, Giudei e Greci, schiavi e liberi; e tutti siamo stati abbeverati di un solo Spirito.” 1 Corinzi 12:12-13.

Quando Gesù finì il suo tempo sulla terra, rimandò il suo Spirito ai discepoli affinché potessero avere il potere di vincere il peccato come fece Gesù quando era in terra. L’intenzione di Gesù non era solo di creare una via di ritorno al Padre, ma anche di darci la possibilità di seguirlo. Poiché Lui ha inaugurato questa via di ritorno a Dio, Lui è il capo del corpo. Ma Dio sta anche formando un corpo sulla terra di persone che vanno nella stessa direzione di Gesù. I membri di questo corpo sono estremamente diversi – da ogni angolo del mondo. Non sono necessarie qualifiche terrene per appartenere a questo corpo – solo un amore per Gesù che mi spinge a seguirlo sulla via della croce.

“Poiché, come in un solo corpo abbiamo molte membra e tutte le membra non hanno una medesima funzione, così noi, che siamo molti, siamo un solo corpo in Cristo, e, individualmente, siamo membra l’uno dell’altro.  Avendo pertanto doni differenti secondo la grazia che ci è stata concessa, se abbiamo dono di profezia, profetizziamo conformemente alla fede…” Romani 12:4-6.

Ogni parte del corpo non è la stessa e ogni parte svolge una funzione diversa. Ma Paolo spiega qui chiaramente che ogni parte è ugualmente importante cosicché il corpo può funzionare in armonia. Ciò significa che, indipendentemente dalla mia età, dal sesso, dalla nazionalità, dalle circostanze o dalla personalità, sono un membro vitale del corpo di Cristo, se lo seguo sulla via della santificazione!

Ogni membro del corpo è prezioso!

Gli esseri umani sono automaticamente attratti dalle cose che sono considerate grandi o onorevoli agli occhi della gente. È così naturale disprezzare qualcosa che forse è necessario, ma che non è visto come “importante.” Ma la verità è che Dio ha creato ognuno singolarmente esattamente come è. Ai suoi occhi, il più piccolo membro del corpo ha lo stesso valore di quelli più visibili!

Prima della fondazione del mondo, Lui ha pianificato delle opere solo per me, cosa che nessun altro può fare nel modo da Lui voluto. (Salmi 139:16.)  Quando riesco a vedere il valore delle opere che Dio ha pensato per me – anche se sembrano piccole e insignificanti – partecipo al 100% alla costruzione del corpo di Cristo, a patto che io sia obbediente nel compierle. E quando faccio esattamente quello che Dio mi ha dato da fare, e prego per gli altri affinché possano svolgere il loro compito, contribuisco a rafforzare tutto il corpo che funziona in perfetta armonia.

Paolo scrive che comprendere il valore di ogni membro del corpo è un mistero. (Efesini 5:32.) Solo quando me lo rivela lo Spirito Santo, posso capire veramente il valore di coloro che mi circondano così come li vede Dio (Efesini 1: 17-18). E quando riconosco che c’è qualcosa dentro di me che provoca discordia, e “purifico la mia anima nell’obbedire alla verità, attraverso lo Spirito”, allora mi viene naturale amare gli altri “con un cuore puro”. (1 Pietro 1:22.) Le divisioni che possono derivare dalle nostre differenze si attenuano quando abbiamo comunione nello Spirito. Poi quando vedo gli altri fare quelle opere che non posso fare, invece di essere invidioso, sono pieno di amore e gratitudine per ogni membro, perché vedo il risultato del lavorare insieme in unità.

Gesù ha lasciato un esempio di colui che è venuto a servire e a dare la sua vita per gli altri. Non l’ha mai fatto per onore o per cercare un guadagno personale. Aveva un enorme amore per l’umanità e voleva condividere tutto ciò che aveva con gli altri. Attraverso la sua vita, Lui ha mostrato chiaramente che l’unità viene dalla disposizione a servire e a benedire gli altri. Ha insegnato che l’unico modo per diventare uno con gli altri è di occuparsi del peccato che è dentro la mia carne. Allora ho la promessa che avrò vita, pace e gioia! Tutti coloro che lo fanno sperimentano il miracolo di diventare membri di un unico corpo – il corpo di Cristo!

“Non fate nulla per spirito di parte o per vanagloria, ma ciascuno, con umiltà, stimi gli altri superiori a se stesso” Filippesi 2:3.

 

otresti essere interessato a saperne di più sulla nostra pagina tematica sul “corpo di Cristo,” o nei seguenti articoli: