Qual è il cuore dell’insegnamento della BCC?

La chiave per comprendere la Chiesa Cristiana di Brunstad (BCC) è capire cosa insegniamo, per questa ragione abbiamo scritto questa semplice spiegazione.

Qual è il cuore dell’insegnamento della BCC?

Le parole di Gesù

Nella Chiesa Cristiana di Brunstad (BCC) insegniamo che l’amore di Dio si rivela tramite i comandamenti dati da Gesù nel sermone sul monte. Queste sono leggi della vita che vengono date a beneficio sia degli individui che della società.

Leggi il sermon sul monte nel vangelo di Matteo su BibleGateway

La grazia di Gesù verso coloro che credono in Lui contiene anche il potere di osservare i suoi comandamenti, che a loro volta contengono le promesse per rendere felici le persone, senza eccezioni.

Questo ha un effetto positivo sulle nostre relazioni a casa, in chiesa e nella vita lavorativa.

E il punto di partenza è lo stesso per tutte le persone.

Il nostro punto di partenza: eravamo perduti

Insegniamo che a causa della caduta nel peccato originale, ogni essere umano nasce con un essere egoista che è corrotto dal peccato.

Questo essere egoista ha un effetto negativo sia sui nostri rapporti con le altre persone che sulla nostra stessa felicità. Poiché ogni essere umano è venuto a trovarsi sotto il giudizio di Dio sul peccato, tutti hanno bisogno di riconciliarsi con Dio.

“Com’è scritto: «Non c’è nessun giusto, neppure uno…” Romani 3:10.

Perdono e riconciliazione

Gesù ha reso possibile la riconciliazione soffrendo la morte sulla croce per il bene di tutte le persone, anche se era innocente e non aveva mai peccato. Grazie a questo sacrificio, chiunque voglia credere in Gesù può ricevere il perdono per i peccati e riconciliarsi con Dio.

“Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi.” Romani 5:8.

Un invito personale

Professiamo che la salvezza di Gesù non è solo per il perdono dei peccati e per la riconciliazione con Dio, ma anche per condurci in un processo di salvezza che dura per tutta la vita. Crediamo che dopo esserci riconciliati grazie alla morte di Gesù, saremo salvati mediante la sua vita.

In Luca 9:23, Gesù stesso spiega cosa significhi essere salvati mediante la sua vita: “Diceva poi a tutti: «Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda ogni giorno la sua croce e mi segua.”

Questo è un invito personale.

“Se infatti, mentre eravamo nemici, siamo stati riconciliati con Dio mediante la morte del Figlio suo, tanto più ora, che siamo riconciliati, saremo salvati mediante la sua vita.” Romani 5:10.

Ma ogni persona deve scegliere da sé se vuole seguire Gesù.

Gesù parlò della croce prima di essere crocifisso sul Calvario. Prendere la croce è una cosa che va fatta tutti i giorni e fa parte della vita quotidiana per chi segue Gesù.

Paolo testimoniò di essere stato crocifisso con Cristo.

In questo modo, chi segue la chiamata di Gesù sperimenterà la croce come una forza che, a poco a poco, abolisce i pensieri e le azioni che hanno un impatto negativo sia sui rapporti interpersonali che sul nostro rapporto con Dio.

Questo sviluppo dura per tutta la nostra vita.

“Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me! La vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio il quale mi ha amato e ha dato se stesso per me.” Galati 2:20.

“Crocifisso” significa:

Le parole di Gesù e di Paolo vengono dai noi intese così, che al nostro essere egoista e peccaminoso dovrebbe, nella misura in cui ne siamo consapevoli, essere negato il controllo sui nostri pensieri e sulle nostre azioni. Prima o poi, l’essere che viene crocifisso morirà – scompare dalla nostra persona.

Un processo che dura tutta la vita

Insegniamo che, parallelamente alla rimozione graduale dell’essere egoista e peccatore, una persona si dovrebbe sviluppare in buoni pensieri e azioni, in modo da assorbire gradualmente l’essere che aveva Gesù stesso.

Esperienze personali

Il nostro insegnamento enfatizza ciò che sperimentiamo personalmente attraverso l’obbedienza ai comandamenti di Gesù e le promesse che derivano da questa obbedienza.

Questo ci porta anche a riposare dalle preoccupazioni, perché tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio.

Tutti coloro che seguono Gesù e prendono la loro croce ogni giorno sperimenteranno personalmente l’amore e la cura di Dio, così come la sua disciplina e guida.

Questo ci rende forti nella fede e ci dà la certezza nella speranza che le promesse di Dio si compiranno.

“Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo disegno.” Romani 8:28.

Il ritorno di Gesù

Professiamo che il piano di salvezza di Dio si compirà quando Gesù un giorno tornerà sulla terra e giudicherà i vivi e i morti secondo le loro azioni.

In quel giorno, ogni essere umano riconoscerà che il giudizio è vero e giusto.

Un regno eterno

Dio stabilirà un regno eterno dove il peccato non esiste più, e quindi nulla distruggerà la felicità umana.

L’invito alla salvezza è quindi un invito a liberarsi dal potere del peccato, che porta dolore e sventura.

Questo regno ha già cominciato a prendere forma in coloro che seguono Gesù. In una prospettiva eterna, quindi, le difficoltà e le prove umane sono di breve durata e leggere.

Siamo invitati ad entrare in un vero e felice riposo nel regno che durerà per sempre.

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta sulla pagina ufficiale della Brunstad Christian Church, bcc.no/en

 

Segui questo collegamento per ulteriori informazioni sulla Brunstad Christian Church (BCC).