Cosa significa che l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio

“O gente adultera, non sapete che l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio? Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio.” Giacomo 4:4. Che cosa significa? Significa che se sono amico di persone che non sono cristiane, sono […]

Scritto da Peter Damnjanovic
Cosa significa che l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio

“O gente adultera, non sapete che l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio? Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio.” Giacomo 4:4.

Che cosa significa? Significa che se sono amico di persone che non sono cristiane, sono un nemico di Dio? Significa che dovrei essere spiacevole, scortese, freddo e distante nei confronti dei non credenti e avere un atteggiamento “sono più santo di te” per essere amico di Dio?

Non credo che Giacomo intendesse questo, anche se alcuni potrebbero averlo interpretato in questo modo, il che significa che non possono stringere la mano a dei miscredenti o addirittura condividere un pasto insieme, per paura di diventare “impuri”. Altri si rifiutano di abbracciare la tecnologia moderna, le automobili, i computer, ecc. per paura di una “amicizia con il mondo”. Questo li porta a vivere isolati e ad evitare il contatto con la maggior parte delle altre persone!

Poiché Dio ama le persone e vuole riportarle a sé e salvarle e aiutarle, tali interpretazioni avrebbero l’effetto opposto, cioè di allontanare le persone. Sta scritto in Giovanni 3:16; “Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.

La Bibbia ci dice poco della vita di Gesù fino ai 30 anni, ma possiamo supporre che abbia vissuto in mezzo alla gente in modo normale. La gente pensava a lui come al “figlio del falegname”! Non viveva come un eremita, lontano dalla gente. Infatti, durante i tre anni del suo ministero pubblico, si è fatto conoscere come amico degli esattori delle tasse e dei peccatori. (Matteo 11:19.) Ma certamente non era un amico del mondo!

Cos’è “il mondo”?

Quindi, tenendo a mente questo, cosa significa in realtà l’espressione “l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio”? Per capire bene questo torniamo all’inizio del mondo. In Genesi 1:31 sta scritto, “Dio vide tutto quello che aveva fatto, ed ecco, era molto buonoQualcosa deve essere cambiato allora, da portare Giacomo a scrivere questo avvertimento!

Quel “qualcosa” è spiegato in Genesi 3 riguardo alla disobbedienza dell’umanità e alla caduta nel peccato, e ai terribili cambiamenti che questo aveva portato. Solo tre capitoli dopo in Genesi 6:5 sta scritto, “Il SIGNORE vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che il loro cuore concepiva soltanto disegni malvagi in ogni tempo. Che sviluppo terribile!

All’inizio, Adamo ed Eva avevano a che fare solo con Dio ed erano influenzati dal suo Spirito e da tutto ciò che era buono. Ma ascoltando il serpente (Satana), furono influenzati da uno spirito orgoglioso e malvagio. Scelsero di disobbedire a Dio e caddero nel peccato e nella separazione da Dio. Così, l’amore per Dio, i suoi comandamenti, e tutto ciò che è buono, fu sostituito dall’amore per se stessi. Questo egoismo – desiderare di ottenere ciò che voglio penso o vedo indipendentemente da ciò che è giusto o sbagliato, e vivere con il mio orgoglio – si è infiltrato in tutta l’umanità. Questo è “il mondo”, e non è là fuori da qualche parte! È dentro ogni essere umano. La Bibbia chiama questa natura umana dopo la caduta “la carne” e questo ha segnato ogni persona nel mondo.

Lo spirito di Satana è ora la principale influenza nel mondo, colui che è nemico di Dio e dell’umanità, come è scritto in Efesini 2:2-3, “…seguendo l’andazzo di questo mondo, seguendo il principe della potenza dell’aria, di quello spirito che opera oggi negli uomini ribelli. Nel numero dei quali anche noi tutti vivevamo un tempo, secondo i desideri della nostra carne, ubbidendo alle voglie della carne e dei nostri pensieri; ed eravamo per natura figli d’ira, come gli altri.”

In parole povere, gli esseri umani si sono perduti senza speranza nel peccato senza via d’uscita, ed è per questo che Dio nel suo grande amore per noi ha mandato Gesù a salvarci. (Giovanni 3:16; Giovanni 5:8.) Gesù è diventato un essere umano e come uomo è stato soggetto a tutte le nostre debolezze. Poteva essere, ed era, tentato proprio come noi (Ebrei 4:15), ma in queste tentazioni, lui combatté e vinse i desideri nella sua carne. Lo faceva tutti i giorni e poco prima di morire gridò: “È compiuto! La via del ritorno a Dio adesso era preparata, ma ognuno deve scegliere da solo ciò che vuole fare.

Sarai onesto sul tuo stato e riconoscerai il tuo personale bisogno di un Salvatore che ti aiuti a vincere il mondo del peccato dentro di te? Oppure ingannerai te stesso e farai finta che tutto vada bene e continuerai a vivere nella menzogna?

Che cos’è “l’amicizia verso il mondo”?

Quindi, l’amicizia verso il mondo non è altro che assecondare, vivere, essere d’accordo e amare le passioni della carne e lo spirito che vi è dietro – se stessi, se stessi, se stessi! Non puoi fare questo ed essere un amico di Dio! L’unico modo per essere amico di Dio è allontanarti dal peccato, volgerti a Gesù e donargli tutto il tuo cuore e seguirlo. È odiare le passioni della carne – tutto l’egoismo, l’orgoglio e la malvagità – e amare ciò che ama Dio – tutto ciò che è buono, puro, nobile e bello.

I versetti in 1 Giovanni 2:15-17 lo rendono chiaro: “Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l’amore del Padre non è in lui.  Perché tutto ciò che è nel mondo, la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita, non viene dal Padre, ma dal mondo.  E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno.”

Quando ridiamo il nostro cuore e la nostra vita a Dio, attraverso suo figlio Gesù Cristo e cominciamo a seguirlo nell’obbedienza, lo Spirito Santo di Dio ci riempie e ci guida. Più ci liberiamo dalle passioni della nostra carne (noi stessi, noi stessi, noi stessi), più ci riempiamo dell’amore, della gioia, della pace e di tutto ciò che è buono. Ci riempiamo d’amore per Dio e per le persone, e vogliamo aiutare le persone, così come siamo stati aiutati noi.

 

Potresti essere interessato a saperne di più sulla nostra pagina tematica sull’essere un cristiano, o negli articoli seguenti.