Dove ha Dio la sua dimora sulla terra oggi?

Dio vuole che la sua dimora sia nel cuore delle persone dove potrà svolgere la sua opera.

Scritto da Aksel J. Smith
Dove ha Dio la sua dimora sulla terra oggi?

Dio vuole il contatto con le persone

“Ma è proprio vero che Dio abiterà sulla terra? Questa è stata la domanda che aveva posto il re Salomone, e continua, “Ecco, i cieli e i cieli dei cieli non ti possono contenere; quanto meno questa casa che io ho costruita!” 1 Re 8:27

Dio ha creato gli uomini a sua immagine e somiglianza per avere un contatto qui sulla terra. Tuttavia, essi hanno interrotto questo contatto con Dio peccando, e sono stati banditi dal suo cospetto. Eppure, Dio li amava e, usando Mosè, costruì un tabernacolo dal quale poteva guidare la gente con le sue sante leggi e i suoi comandamenti. I vari oggetti del tabernacolo erano in oro puro, tra cui il propiziatorio della misericordia e i due cherubini che custodivano il propiziatorio della misericordia. Tra questi cherubini, accanto al propiziatorio, Dio parlò con Aronne di ciò che avrebbe dovuto dire al popolo d’Israele. (Esodo 25:22.) In queste occasioni Aaronne era sempre vestito con abiti sacri e puliti. (Esodo 28.) In questa purezza e santità, Dio avrebbe potuto avere un contatto con la terra. Dal tabernacolo sgorgava un flusso di benedizioni e di gloria verso tutti coloro che indirizzavano la loro vita secondo la parola di Dio.

Una dimora per Dio sulla terra: il nostro cuore

Tuttavia, Dio non voleva abitare in una casa fatta con mani; Dio voleva avere la sua dimora nei cuori delle persone dove poter fare la sua opera. “Infatti così parla Colui che è l’Alto, l’eccelso, che abita l’eternità, e che si chiama il Santo. «Io dimoro nel luogo eccelso e santo, ma sto vicino a chi è oppresso e umile di spirito
per ravvivare lo spirito degli umili, per ravvivare il cuore degli oppressi.”
Isaia 57:15. Dio non farà altro che alzare la sua dimora e fare la sua abbondante opera in tali cuori.

“Non sapete che siete il tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi?” 1 Corinzi 3:16. Pensate alla sicurezza, alla forza e alla gioia di avere questa certezza, sapendo che il nostro cuore è una dimora per tutto ciò che è buono e nobile! La maggior parte dei cuori sono la dimora di tutto ciò che è malvagio e impuro.

“Gesù gli rispose: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola; e il Padre mio l’amerà, e noi verremo da lui e dimoreremo presso di lui.” Giovanni 14:23. Vediamo che essi risiederanno nei nostri cuori solo sulla base di un rapporto d’amore profondo e sincero. Una volta che avranno innalzato la loro dimora dentro di noi, fiumi di benedizione sgorgheranno dalla nostra vita.

“Dio ha voluto far loro conoscere quale sia la ricchezza della gloria di questo mistero fra gli stranieri, cioè Cristo in voi, la speranza della gloria.” Colossesi 1:27. Questo è stato un grande mistero in tutte le epoche. La cosa più comune è pregare Gesù per il perdono dei peccati, ma sono pochi quelli che hanno Gesù come potenza e gloria sempre presente. “…affinché egli vi dia, secondo le ricchezze della sua gloria, di essere potentemente fortificati, mediante lo Spirito suo, nell’uomo interiore, e faccia sì che Cristo abiti per mezzo della fede nei vostri cuori…” Efesini 3:16-17.

Dio nei nostri cuori per fede

“Invece la giustizia che viene dalla fede dice così: «Non dire in cuor tuo: “Chi salirà in cielo?” (questo è farne scendere Cristo), né: “Chi scenderà nell’abisso?” (questo è far risalire Cristo dai morti)».  Che cosa dice invece? «La parola è vicino a te, nella tua bocca e nel tuo cuore». Questa è la parola della fede che noi annunciamo…” Romani 10:6-8.

Per la maggior parte delle persone, Cristo è in alto e lontano, ma possiamo farlo entrare nei nostri cuori per fede. Lui ci parla per mezzo del suo Spirito e rende la sua parola viva e gloriosa per noi. Non si tratta di “Tu devi e tu sei obbligato”, ma noi siamo degli eletti ai quali è stato concesso di vivere secondo la sua parola. Lui ci rafforza con la forza del suo Spirito nel nostro uomo interiore secondo la gloria delle sue ricchezze, con il risultato che è assolutamente possibile fare la sua volontà con gioia. Lui ci riempie di ogni desiderio di fare il bene, e la sua pienezza abita in noi in misura crescente.

“Una dimora per Dio su due gambe”

“Siete stati edificati sul fondamento degli apostoli e dei profeti, essendo Cristo Gesù stesso la pietra angolare, sulla quale l’edificio intero, ben collegato insieme, si va innalzando per essere un tempio santo nel Signore. In lui voi pure entrate a far parte dell’edificio che ha da servire come dimora a Dio per mezzo dello Spirito.” Efesini 2:20-22.

Così diventiamo piccole dimore per Dio su due gambe, che camminano in questo mondo malvagio e oscuro e rivelano la luce, la vita e la natura di Dio. Gesù stesso è la pietra angolare principale, che ci ha dato le indicazioni per questo edificio glorioso ed eterno. Queste indicazioni sono di negare sé stessi in tutte le cose e dire, «Ecco, vengo per fare la tua volontà». (Luca 9:23; Ebrei 10:9.)

In questo spirito siamo uniti insieme agli apostoli, ai profeti e a tutti i santi per essere un tempio santo nel Signore. Tutti coloro che si trovano in questo edificio sono perfettamente uniti nel medesimo modo di pensare e di sentire. (1 Corinzi 1:8-10.) Questo non è qualcosa che accade dopo il ritorno di Gesù, ma è qualcosa che esiste già adesso. In questo edificio, non c’è nessuno che si oppone all’altro. La casa sarà finita quando suonerà la tromba. Allora tutte queste piccole case su due gambe saranno unite e innalzate per essere un tempio eterno e glorioso. Perciò, “Custodisci il tuo cuore più di ogni altra cosa…” Proverbi 4:23.

Non ritardare il pagamento del prezzo: “Abbandona tutto!” e sii una pietra vivente in questo edificio.

Questo articolo è stato tradotto dal norvegese ed è stato pubblicato per la prima volta con il titolo “Dio abita davvero sulla terra? nel periodico della BCC Skjulte Skatter (Tesori nascosti) nel luglio 1971.
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag

Potresti essere interessato a leggerne di più sulla nostra pagina tematica sul rapporto con Dio, o negli articoli seguenti:

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

L’evangelo di Dio

Scritto da Sigurd Bratlie

Grazia significa che tutti i nostri peccati sono perdonati quando li confessiamo. Ma significa anche che riceviamo il potere di obbedire alla verità con cui è venuto Gesù. In questo libro, Sigurd Bratlie scrive sul tema, mostrando il vero vangelo di Dio che è l’ubbidienza della fede.