Perché possiamo sollevare il capo, nella speranza per il futuro

Gesù ci dice che non dobbiamo turbarci per gli eventi apparentemente terribili che si verificano nel mondo.

Scritto da Sarah
Perché possiamo sollevare il capo, nella speranza per il futuro

Indipendentemente dallo stadio della vita in cui sei, dal luogo in cui ti trovi nel mondo, dalla tua ricchezza, dalla tua età, dalla tua salute o dal tuo status sociale, c’è un nemico che la maggior parte di noi deve affrontare in un determinato momento della propria vita: la paura per il futuro. Chi non vuole eliminare completamente questo nemico e avere il riposo dentro di sé? Personalmente, questo è ciò che desidero e so che quando mi avvicinerò a Dio nel segreto, Lui mi darà una pienezza sempre maggiore di quella pace come una solida roccia sotto i miei piedi.

La situazione attuale

Mi sono trasferita in Asia diversi anni fa per il mio lavoro. All’inizio di quest’anno, l’ormai nota pandemia del coronavirus ha colpito questa parte del mondo. I regolamenti rigorosi e l’isolamento della città hanno portato, per fortuna, a un numero relativamente basso di infezioni da virus. Ma era un periodo surreale. Una città nota per essere densamente popolata, caotica e piena di attività era quasi silenziosa. Le strade erano vuote. C’era panico, paura e frustrazione.

Sono passati più di due mesi e ora è chiaro che il virus ha trovato la sua strada attraverso terra e mare in quasi tutti i paesi del mondo. In questo momento in cui scrivo, oltre due milioni di persone sono state infettate, oltre centomila sono morte, le frontiere sono chiuse, i paesi sono in isolamento, i cittadini sono in auto-quarantena e il mondo intero vive nell’incertezza, nella paura e nel dolore.

Sulle piattaforme sociali e nei notiziari, la gente specula sul fatto che questo sia un segno della fine dei tempi. Forse, nella mente della gente, è questa la paura, che si sta avvicinando la fine. Tuttavia, per quanto spaventosi possano sembrare gli eventi attuali, Gesù ci dice che non dobbiamo turbarci per gli eventi apparentemente terribili che si verificano nel mondo. (Matteo 24:6-8.) Infatti, Lui dice in Luca 21:28 “Levate il capo, perché la vostra liberazione si avvicina.”

Perché puoi sollevare il capo

“Poiché l’iniquità aumenterà, l’amore dei più si raffredderà. Ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato.” Matteo 24:12-13.

Perseverare, significa perseverare nel nostro amore per Gesù. Anche se possiamo essere tentati molto fortemente dalla paura, non c’è nulla che dobbiamo temere se lo amiamo. “Nell’amore non c’è paura; anzi, l’amore perfetto caccia via la paura…” 1 Giovanni 4:18. L’amore per Gesù ci dà un’ancora a cui aggrapparci saldamente in ogni tempo e stagione. Non ci lascerà mai e non ci abbandonerà mai. Questo rapporto con Gesù dura oltre la nostra vita attuale – è eterno.

La fede parla del futuro. Finché siamo vivi, c’è speranza – la speranza di poter resistere fino alla fine ed essere pronti per Gesù. La fede in questo, ci porterà a convertirci di cuore, a fare cambiamenti radicali e a mettere ordine nella nostra vita secondo ciò che comprendiamo dalla parola di Dio. “Se voi mi amate, osserverete i miei comandamenti.” Giovanni 14:15.

Anche il ladro sulla croce accanto a Gesù sapeva che, finché aveva fiato, poteva ancora sistemare le cose. Nei suoi ultimi momenti, diede il suo cuore a Dio e Gesù gli promise un posto in Paradiso. Non sappiamo quanto tempo ci rimane, ma sappiamo che abbiamo più tempo di quello che era rimasto al ladro sulla croce; più tempo per percorrere il cammino che Gesù ha aperto.

Gesù è misericordioso. Sa cosa significa essere tentati. Sa cosa significa passare attraverso grandi prove. Era un essere umano, che conosceva i dolori. (Isaia 53). La ragione per cui ha scelto di venire in terra quando aveva tutto ciò che c’è in cielo, era per avere fratelli e sorelle. Il suo amore per l’umanità è più grande di quanto si possa esprimere a parole. Vuole che vada bene per te! (1 Timoteo 2:4; 2 Pietro 3:9.)

Finché saremo vivi, troveremo cose che si possono fare meglio. Non scoraggiarti. Gesù non è alla ricerca di persone perfette. Nessuno di noi corrisponde a questa descrizione. Lui cerca discepoli, che siano obbedienti a ciò che dice e che abbiano il capo, o il cuore, sollevato verso di Lui. Allora possiamo fidarci di Dio e credere che la nostra vita è nelle sue mani e che la fine di essa non arriverà un momento prima del dovuto.

Abbiamo l’oggi!

Penso spesso a questa espressione: “passerà”. È un’espressione un po’ strana per dire sostanzialmente che qualcosa arriverà in modo che possa anche passare. È una questione di tempo, finché la pandemia del coronavirus sarà sotto controllo e questo tempo di isolamento passerà. Speriamo che per la maggior parte di noi la vita tornerà più o meno alla “normalità”. Sarà stata un’esperienza che mi ha cambiato la vita?

Questo è un tempo unico che nessuno di noi che lo ha vissuto potrà dimenticare. Segui le leggi messe in atto dal governo del tuo paese. Anche questo fa parte del piano di Dio per te. Molte famiglie sono ora a casa e riunite. Non stancatevi l’uno dell’altro. Abbi come obiettivo di continuare con pazienza, bontà, gratitudine e fiducia in Lui senza lamentarti o dare la colpa a chi ti sta intorno.  Lavora per avere dei buoni pensieri verso coloro con cui hai a che fare. Sii veloce a chiedere scusa se hai fatto qualcosa che fa male. Sii creativo e fai del bene a chi è in casa tua. Che questo sia un momento in cui chi vive con te possa guardarsi indietro con ricordi felici e affettuosi.

Prega per gli altri, non solo per quelli che conosci, ma soprattutto per il tuo governo e per gli operatori sanitari che lavorano coraggiosamente giorno e notte. Ci sono molti che stanno vivendo un dolore e una sofferenza enormi in questo momento. Prega per loro anche se non li conosci personalmente. Pensa a coloro che possono sentirsi soli o avere paura.

Soprattutto, usa questo tempo per conoscere Dio in modo più profondo. Trascorri del tempo a riflettere sulla tua vita e sulla parola di Dio. Forse ci sono cose che dovresti mettere a posto e chiedere perdono? Ci sono cose che ti rodono la coscienza? È proprio quando sei tranquillo che Dio può parlarti di più, se sei disposto ad ascoltare. Puoi uscire da questo periodo come una persona interiormente cambiata, se usi bene il tempo.

Dio ha creato l’universo. Non c’è niente che Lui non possa fare o che possa fermarlo. Lui tiene il mondo intero nelle sue mani. “Ecco, le nazioni sono come una goccia che cade da un secchio, come la polvere minuta delle bilance…” Isaia 40:15. Dio non avrebbe potuto fermare questo virus microscopico prima che si diffondesse agli angoli della terra? Certo, avrebbe potuto. Ma personalmente credo fermamente che Lui voglia fermarci sulle nostre tracce e risvegliarci all’importanza del tempo e a ciò che viene dopo – l’eternità. Tutto questo fa parte del piano di Dio e Lui ha una visione d’insieme completa. Dobbiamo cercare Dio con un cuore vero e sincero. Non è ancora la fine. È ancora tempo di grazia e questo dovrebbe riempirci di grande determinazione, speranza e gioia!

Potresti essere interessato a leggerne di più sulla nostra pagina di risorse COVID-19/Coronaviruso negli articoli seguenti:

Scritture tratte da New King James Version®. Copyright © 1982 di Thomas Nelson. Utilizzate con autorizzazione. Tutti i diritti riservati.

Scarica ebook gratis

La sposa e la meretrice e gli ultimi tempi

Scritto da Sigurd Bratlie

Un’interpretazione molto chiara delle profezie testimoniate da Giovanni nel libro dell’Apocalisse. Scritto poco dopo la fine della seconda guerra mondiale, è ancora più attuale nel mondo in cui viviamo oggi. Si focalizza sull’importanza del vivere una vita devota nel tempo prima del ritorno di Gesù.